Festa della battitura della Nzegna a Carovigno

Festa della battitura della “Nzegna” a Carovigno, dal 1-4-2013 al 2-4-2013, Carovigno

In occasione della festa patronale dedicata a Maria SS. di Belvedere, il lunedì e il martedì dopo pasqua, a Carovigno si tiene la cosiddetta battitura della “Nzegna” le cui origini si innestano nella cospicua eredità di fede ed arte, lasciata in eredità dal periodo monastico e legate al culto di Santa Maria di Belvedere. I colori consunti della statua, le reliquie, la
luccicanza ostentata degli ori sacri , trasmettono la forza contagiosa e diventano potenza trasformativa: i fedeli, anche grazie ad un
semplice contatto nella ressa, in mezzo al frastuono delle musiche e all’urlo drammatico delle implorazioni collettive, vivono con grande trasporto questa festa religiosa.
Ciò che viene cercato con l’avvicinamento fisico e spirituale a Maria SS. di Belvedere è l’oltrepassamento dei limiti della natura, reso concepibile dall’esistenza di queste sacre entità che hanno sperimentato in prima persona l’attraversamento del confine interposto tra l’umile e il sublime.

Il ritrovamento dell’immagine della Madre di Dio in una Cripta di natura basiliana che sorge sul colle di Belvedere, diede il via al gioco della ‘nzegna, per rispecchiare la gioia di colui che la trovò.
Una leggenda datata tra il 1100 e il 1500, narra che la Madonna apparve in sogno ad un Signore di Conversano infermo, invitandolo a riportare al culto la Sua effige sepolta. Il rinvenimento fu casuale e lo si deve ad una mucca che si era allontanata da un pascolo; l’animale fu trovato inginocchiato davanti all’immagine della Vergine, proprio dal pastore che prestava la propria opera presso il Signore di Conversano, il quale guarì. Il pastore per la gioia lanciò in aria il suo bastone adornandolo con fazzoletti multicolori.

Il rito della ‘Nzegna, che altro non è che un suggestivo gioco di bandiere, si ripete nel lunedì e martedì di Pasqua durante la processione dedicata a Maria SS. Di Belvedere in ricordo della gioia del pastore.
Carovigno è una terra ricca di tradizioni, che ha sempre accolto con grande slancio ogni iniziativa culturale, dimostrando grande sensibilità ed
offrendo in ogni occasione appoggio, collaborazione e calda ospitalità.
Qui, le identità locali prendono voce e invitano a riflettere sulla ricchezza di un inestimabile patrimonio da difendere e tutelare, come querllo del gioco della ‘nzegna.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *