L’Intorciata in occasione della festa di San Giorgio, a Matino

L’Intorciata in occasione della festa di San Giorgio, a Matino, dal 20-4-2013 al 24-4-2013, Matino
La dinamica della religiosità popolare riesce ad abbattere le barriere che, secondo la
norma sociale, separano gli individui tra loro: tutto il paese di Matino, in Salento, in occasione della Festa in onore di San Giorgio, si riunisce. Dal 1867, si ricorda infatti l’intercessione del santo che salvò il paese da una terribile epidemia di peste:  sulla piccola comunità intervenne miracolosamente San Giorgio salvando migliaia di persone, soprattutto bambini.

La bella fiera mercato presso viale Caduti di Via Fani, tradizionale appuntamento molto sentito da tutta la popolazione, richiama ogni anno centinaia di persone in quanto accompagnata dagli sbandieratori e musici di Lanciano e dalla “Banda San Giorgio Matino”: la cittadina in questi giorni di festa ospita botteghe artigianali allestite con oggetti in cuoio, ferro battuto e rame, ceramiche e altre lavorazioni caratteristiche del Salento.
Fiere dell’auto e gare di motocross, insieme a rappresentazioni teatrali a cielo aperto e manifestazioni cinofile, oltre che esibizioni di gruppi musicali, coinvolgono tutto il paese: Matino è pervaso da un’euforia contagiosa, che fin dalle prime ore del giorno coinvolge tutta la cittadinanza. È una tradizione che la cittadina mantiene viva nel tempo, organizzando anche sfilate folkloristiche che attraversano per tutto il giorno la città. È un passato che ritorna, attraverso il quale i cittadini possono rivivere le magiche atmosfere del lavoro dei propri antenati.

Molto suggestiva è la tradizionale processione dell’Intorciata, in cui la statua di San Giorgio viene portata a spalla dai devoti: un tempo durante l’inverno per il freddo e per motivi di agibilità delle strade, non venivano effettuate processioni, ma appena iniziava la primavera ricominciava il ciclo, e quella di San Giorgio appartiene a una delle cosiddette processioni regolari di inizio primavera.

La seconda, conosciuta come processione della “Benedizione dei campi” si svolge a partire dal mezzogiorno della mattina del 23 aprile: sono dei riti che in alcune forme sembrano fuori dal tempo: portare una statua in salita e per le vie delle campagne, non è una cosa facile e non è un peso leggero; tuttavia è un modo di vita che a Matino ancora resiste, mentre in altri paesi stascomparendo o è già scomparso. Il rito della processione della “Benedizione dei campi” è sentito sia dai vecchi confratelli, sia dai ragazzi più giovani.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *