A Lesina i Weekend del Mirto

Lesina sorge sul cordone litoraneo che separa il lago omonimo dal Mare Adriatico. Il Centro Visite di Lesina (Foggia) in collaborazione con la rete di operatori turistici locali,  sta organizzando per i mesi di Novembre e Dicembre 2012 “Il week end del mirto”.
Il territorio di Lesina fu abitato già nella preistoria, nel Neolitico: fondata da pescatori dalmati, il paese accolse i profughi di Lucera e i fuggiaschi delle Isole Tremiti. E’ proprio in un tal contesto che si ha l’occasione, il 10 e l’11 Novembre del 2012, di trascorrere un week end tra bosco e laguna, immersi in una storia vecchia di 6 mila anni.

Il week end sarà all’insegna della ricerca degli antichi odori e sapori: pesca e turismo sono le principali risorse di Lesina; meno rilevante, seppur presente, l’industria estrattiva della pietra, un tempo invece importante fonte di reddito della città. Gli odori e i sapori della pesca, saranno quanto l’Associazione “Amici della laguna” propone a coloro che amano trascorrere un fine settimana diverso dal solito.
L’occasione sarà propizia per mostrare ai visitatori il tradizionale sistema di pesca con la paranze,  e gustare infine le prelibate pietanze con i prodotti locali del lago. Le paranze qui a Lesina, sono sbarramenti perpendicolari alle rive, che obbligano i pesci a dirigersi verso i bertovelli. Il Lago di Lesina è da sempre associato alla pesca dell’anguilla, che vive nelle praterie di zostera presenti in laguna. La  pesca dell’anguilla si svolge (sotto il controllo delle autorità regionali) soprattutto a Novembre e Dicembre, mesi in cui i pesci migrano in mare per andare a riprodursi. Oltre all’anguilla sono presenti in laguna altre specie pregiate come la spigola, l’orata, il latterino e il cefalo.

Lesina, adagiata ai piedi del Gargano, offre una occasione per respirare l’atmosfera unica della macchia mediterranea: la flora acquatica comprende numerose ninfee comuni e numerose canne. Sulla terraferma intorno al lago, prevale il salice piangente. La costa è coperta da pini domestici, pini marittimi ed eucalipti.
Nella striscia di terra che separa il lago dal mare, il Bosco-isola, si potrà ammirare una vegetazione ricca di essenze straordinarie: leccio, ginepro, rosmarino, e il rarissimo “cisto di clusio”, presente solo in tale località lungo tutta la costa italiana del Mediterraneo.
L’abbondanza di piante di mirto promana un effluvio di odori che soddisfa l’olfatto e il palato. Con le sue bacche si produce la “mortella”, liquore odoroso di antica tradizione.Rami, foglie , fiori e frutti di mirto contengono un olio essenziale detto mirtolo che conferisce alla pianta proprietà officinali ed aromatiche note fin dall’antichità.
Al Mirto sono attribuite proprietà  antinfiammatorie nella cura di affezioni a carico dell’apparato respiratorio e digerente; è utile per curare gengiviti, e acne. Dalle foglie e dai fiori si prepara “l’acqua angelica” usata in cosmesi come tonico astringente. Il decotto di foglie aggiunto all’acqua del bagno ha azione tonificante.L’olio essenziale di Mirto è usato in profumeria (saponi, deodoranti, cosmetici). In cucina le foglie sono usate per insaporire carni arrosto ed insaccate, pesce, olive. Grazie a tutti questi usi del mirto presente a Lesina, i week end organizzati hanno preso il nome di “Week en del Mirto”.

Al termine di qualche burrasca, come al solito il lago di Lesina viene scelto come sosta da alcuni uccelli migratori, e si avrà così l’opportunità di ammirare esemplari di fenicotteri rosa e le volpoca.
Nei dintorni si potranno ammirare l’Abbazia di Santa Maria di Ripalta nei pressi del fiume Fortore, e le rocce vulcaniche ‘Pietre Nere’, risalenti al Triassico.

Oltre all’appuntamento del 10 e 11 Novembre, per il 2012 son previsti anche appuntamenti per il 17 e il 18, e per il 24 e il 25 di Novembre, per poi proseguire con alcune date nei week end di Dicembre.

Per info e prenotazioni:
Tel. 088-2707455, Cell. 328-0758563

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *