A Manfredonia la XV sagra del caciocavallo podolico

A Manfredonia la XV sagra del caciocavallo podolico, dal 14-8-2013 al 16-8-2013, Manfredonia

A Manfredonia la XV sagra del caciocavallo podolicoProtagonisti per tre giorni a Manfredonia, i produttori delle aziende lattiere che producono il caciocavallo podolico della Puglia, che offriranno degustazioni e assaggi dei migliori prodotti caseari tipici, dolci e piatti della tradizione pugliese.
In particolare si terrà la sagra del caciocavallo podolico quel formaggio pugliese che nasce dalla lavorazione del latte vaccino crudo di una razza bovina purtroppo in via di estinzione, la Podolica.
Questa razza bovina viene allevata in Puglia, ma anche in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise: sono animali che vivono allo stato brado nutrendosi di erbe aromatiche spontanee che conferiscono al latte un sapore del tutto particolare.
A Manfredonia, in occasione della sagra, si potranno assaggiare i piatti tipici della cucina pugliese e anche degustare un calice di buon vino e godersi il panorama; la festa gastronomica infatti si tiene nei pressi della Montagna San Salvatore, zona ove la vita contadina ha ancora una sua rilevanza, situata in mezzo a tre paesi importanti quali Manfredonia, Monte S. Angelo e san Giovanni Rotondo; qui, 50 famiglie di pastori vivono la vita sociale e lavorativa come quella di 50 anni fa e le specialità della cucina tipica pugliese sono ancora preparate con l’utilizzo di prodotti del territorio sempre freschi e selezionati, come le immancabili friselle, gli affettati, la pasta fatta in casa e i secondi e i dolci della tradizione.
Si potrà scoprire come nasce un formaggio, come si coltiva un vigneto, quali fasi sono necessarie ancora oggi per ottenere l’olio extravergine d’oliva della Puglia, la perfetta infossatura di un formaggio, a quali speciali condizioni atmosferiche maturano le erbe aromatiche per le mucche.

Nel borgo rurale di San Salvatore la vita ha un sapore antico e durante la sagra questi “sapori” verranno offerti anche ai visitatori con passeggiate nei sentieri della montagna in carrozza trainata dai cavalli murgesi di Posta Ruggiano, possibilità di assistere alla mungitura nelle stalle, dimostrazioni dei pastori su come nasce un caciocavallo podolico, proiezione di filmati e musica etnica.
Deliziose casette a schiera molto simili alla caratteristica architettura di Monte S. Angelo, fanno da riquadro alla quotidianità della vita dei pastori di queste zone, dove le donne della montagna si dedicano alla mungitura nelle stalle e il latte viene coagulato tramite caglio e la cagliata viene cotta finché non assume elasticità e così potrà essere manipolata senza rompersi.
Per fare un caciocavallo podolico, viene poi salato per immersione in salamoia e posto a stagionare per 5-6 anni. Questo avanzato grado di stagionatura gli conferisce tutt’una serie di qualità organolettiche: profumi complessi, di pascolo e di macchia nonché una persistenza gustativa inimitabile.

Il caciocavallo podolico è dunque un formaggio nobile, consumato soltanto in tavola, solitamente alla fine dei pasti: famose sono le trecce allo spiedo preparate con questo caciocavallo e offerte ai visitatori mentre verranno narrati suggestivi racconti contadini, racconti per il gusto e per il palato, per la mente e per la memoria, una narrazione che avrà per protagonisti prodotti certificati e tradizionali, chi li produce, le tecniche di lavorazione, la gente di questi luoghi di montagna, le strade percorse per giungere ai risultati attuali.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *