Alimentazione sicura per sconfiggere il cancro LILT 2012

Domenica 25 Marzo, in numerose piazze salentine, si è svolta l’undicesima edizione della ‘Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica’. Promossa dalla sezione provinciale della LILT – Lega italiana per la lotta contro i tumori con la collaborazione della CIA – Confederazione Italiana Agricoltori, unione particolarmente significativa, alla luce del tema portante dell’iniziativa, la manifestazione è stata incentrata sui benefici dell’alimentazione sicura per sconfiggere il cancro (così come precisato nelle video interviste realizzate all’oncologo Giuseppe Serravezza, Presidente Provinciale LILT, e ad Antonio Bruno, presidente dell’Adaf, associazione che riunisce i dottori in Scienze Agrarie e Forestali.

lilt-lecce-alimentazione

Spesso sottovalutato, il fenomeno dell’errata alimentazione, contribuisce in misura rilevante (per circa il 35 %) all’insorgere di forme tumorali. Se a questo aggiungiamo la frenesia dello stile di vita contemporaneo, con il manifestarsi dei fenomeni dell’obesità, aspetto questo associato ad alti valori del cortisolo, più comunemente chiamato “ormone dello stress”, capiamo come il ciclo vizioso, fra cattiva alimentazione ed abitudini sedentarie (fumo, alcool, ridotta attività motoria e ricreativa) e stress, possa determinare l’insorgenza di patologie, dovute alla degenerazione cellulare.

Per questo, nei suoi novant’anni di vita, la LILT continua incessantemente a professare e promuovere la salubrità dei comportamenti, anche attraverso il cibo, visto oggi come un fattore sociale ed aggregante così come elemento cardine per costituire nuove consapevolezze sull’alimentazione.

Nel pomeriggio della stessa giornata, su iniziativa della sezione LILT del Capo di Leuca, guidata dalla Dr.ssa Simonetta Pepe e dal Dr. Cosimo Negro, si è tenuto presso l’auditorium Comunale di Gagliano del Capo, il convegno conclusivo della rassegna, con la partecipazione del dottor Renato Franza (Unità Operativa Complessa ORL e Patologia Cervico Facciale – Ospedale Card. Panico – Tricase) il quale ci ha rilasciato un’intervista, della dottoressa Lina Amoroso (Unità Operativa Complessa Urologia – Ospedale Card. Panico – Tricase), del dottor Antonio Angelelli (Unità Operativa Complessa Chirurgia Generale – Ospedale Card. Panico – Tricase), della dottoressa Ivana Romano (Ambulatorio Dermatologia e servizio di Fototerapia di Gagliano del Capo), del dottor Mariano Calzolaro (medico di base – Salve).

I lavori, che hanno visto in chiusura la presenza del già citato oncologo Serravezza, sono stati moderati dal dottor Giovanni Ventruto (responsabile ambulatori medici LILT – Delegazione Capo di Leuca), per poi concludersi con una gustosa degustazione offerta da aziende del basso salento, che hanno fatto della coltivazione biologica, un credo di vita e commerciale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *