Aradeo presenta la focara della Befana

Aradeo presenta la focara della Befana, 5-1-2013, ore 22.00 Aradeo

Tra i tanti festeggiamenti che in Puglia si svolgono nel periodo della Befana ce ne sono alcuni davvero singolari. L’origine della Befana si perde nella notte dei tempi, discende da tradizioni magiche pre-cristiane e, nella cultura popolare, si fonde con elementi folcloristici e cristiani. C’è chi sostiene che la Befana sia vecchia e brutta perché rappresenta la natura ormai spoglia, ecco perchè in alcuni luoghi la si brucia; ma è anche simbolo della natura che rinascerà.

Spesso la notte della befana è un’occasione per gustare specialità gastronomiche e vin brulé a profusione, come accade ad Otranto.
Talvolta per le strade girano personaggi mascherati: una vecchia grinzosa, un vecchione e altri due o tre straccioni a simboleggiare uno dei Re Magi. Tutti insieme intonano canti popolari per invitare i cittadini a essere generosi.
Oppure il giorno dell’Epifania si salutano le feste appena passate con l’accensione di un covone di rovi con in cima un pupazzo che rappresenta la Befana.
Altre cittadine vantano una lunga tradizione di festeggiamenti: gli artigiani espongono splendidi presepi, marionette, teatrini; le numerose bancarelle offrono ancora giocattoli, befane di ogni forma e colore, dolciumi e zucchero filato; la vigilia dell’Epifania gruppi di cantori rinnovano la tradizione della questua, girando per le case con fisarmoniche, chitarre e campanelli, facendo richiesta di cibi e bevande.
Altrove avviene la tradizionale Cavalcata dei Magi, una sfilata di cortei storici, con oltre numerosi figuranti, magari dove è in scena un presepe vivente. Qualche paese diventa teatro di balli, canti e concorsi di “bellezza” per befane.
Altrove si preparano dolci tipici: la vecchina che vola su una scopa durante la notte tra il 5 e il 6 gennaio, riempirà le calze lasciate appese dai bambini sul camino o vicino alla finestra; bambini buoni riceveranno ottimi dolcetti e qualche regalino, quelli cattivi solamente il temutissimo carbone.

Nel cuore del Salento, ad Aradeo, in una località dalle origini tanto antiche che è impossibile fornire ipotesi certe e plausibili, si svolge la “Focara della Befana”. Ad Aradeo la Befana è l’immagine dell’anno ormai finito che porta il nuovo 2013 e poi svanisce: l’aspetto dei vari fantocci, rappresentazione di tutte le passate pene, assume cosi una funzione diversa e la befana diventa figura sacrificale.
A questo può ricollegarsi l’usanza di bruciarla.
Quasi ad ogni incrocio della cittadina vengono installate delle focare: attorno ai falò della Befana, la dodicesima notte dopo il Natale, si celebra la morte e la rinascita della natura: Madre Natura, stanca per aver donato tutte le sue energie durante l’anno, appare sotto forma di una vecchia e benevola strega, che vola per i cieli con una scopa. Oramai secca, è pronta ad essere bruciata come un ramo, per far sì che possa rinascere dalle ceneri come giovinetta, una luna nuova.

Il termine “epifania”, cioè rivelazione, manifestazione venne usato solo in seguito; prima questa festa veniva denominata “festivitas declarationis” o “apparitio”, col prevalente significato di rivelazione della divinità di Cristo al mondo pagano, ovvero la festa che commemora la visita dei magi a Gesù.
Non si sa in che paese o regione italiana è “nata” la Befana, e come poi sia giunta fino al Salento; ma ad Aradeo si comincia a trovarne delle tracce fin dal XIII secolo. La tradizione vuole anche i cori che cantano nelle vie, delle canzoni tradizionali sul tema della Befana: dei gruppi andranno di quartiere in quartiere, si fermeranno davanti una casa e si metteranno a cantare.
L’antico rito della focara si terrà la notte del 5 Gennaio 20123 e se si avrà la fortuna di trovarsi in Salento, non si potrà perdere l’occasione di assistere a uno spettacolo molto scenografico, fatto di luci, carboni ardenti e tizzoni accesi che brillano nel buio.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *