Bianchi lidi e sabbie nere sulla costa di Otranto

Il 20 Novembre,  il gruppo “Avanguardie” nuovamente organizza un’escursione guidata, che rientra nell’ambito della stagione trekking 2011-2012 nominata  “Un trekking tira l’altro”, con lo scopo di condurre alla scoperta del territorio, attraverso i numerosi paesaggi che fanno grande il Salento, una terra che sembra fatta apposta per le escursioni naturalistiche.
Fare trekking in Salento significa camminare tra oliveti infiniti e spiagge sabbiose, ma anche osservare, ascoltare, emozionarsi per le piccole cose.

Dopo le varie escursioni dai temi più svariati, come “A spasso con Apollo e Diana” tra la rupe di Castro e le ultime marine joniche, “Il canale del Ciolo, Gagliano del Capo” dove osservare antiche linee di costa,  “I valloni di Leuca”, “Il Parco Regionale del Pizzo” di Gallipoli, alla fine di Novembre sarà il turno di “Bianchi lidi e sabbie nere sulla costa di Otranto” dove a partire da un uliveto secolare si va a ritroso nella storia della vegetazione spontanea mediterranea lungo la costa, ritrovando corbezzoli, mirto e fillirea, dove i muretti a secco e tipiche costruzioni rurali tutte in pietra sono le protagniste della passeggiata, dove la spiaggia in autunno inoltrato lascerà stupiti per la sua bellezza.


Si potranno ammirare le magnifiche dune costiere dei lidi di Otranto: l’ambiente delle dune qui in Salento è un vero e proprio laboratorio didattico all’aperto, perchè altrove è raro poter osservare così tanti fenomeni naturali in così pochi metri quadri. Affascinante sarà comprendere come l’ambiente delle dune costiere sia in perenne dinamismo e come alla formazione di una duna concorrano sia il vento che le piante.
Anche le Torri costiere erette a guardia del territorio, saranno le protagoniste di questa splendida escursione: molte di esse sono a imminente rischio crollo, ma abbandonare a se stessi questi documenti della nostra storia sarebbe vergognoso, e uno degli scopi  di questa iniziativa è anche quello di sensibilizzare con urgenza l’opinione pubblica in merito.
Infine le affascinanti falesie della costa d’Otranto: coste  percorse da bellissimi itinerari che offrono uno spettacolo naturale di rara bellezza, e sono degne della più totale ammirazione. Non sarà difficile in questo itinerario proposto, ammirare la bellezza selvaggia di alcuni angolini nascosti, con la vegetazione di macchia mediterranea che occupa spesso pareti della falesia rocciosa di calcare compatto.

Insomma questa escursione permetterà la scoperta di un luogo dove natura e archeologia si amalgamano per far scoprire il fascino del Salento, tra itinerari immersi nella natura, ideali per passeggiate organizzate.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *