Bibliopride 2014, III giornata nazionale a Lecce

dal 4-10-2014 al 31-10-2014 #biblioprodelecce #bibloiopridesalento

Si svolgerà a Lecce la III giornata nazionale delle biblioteche, dopo Napoli e Firenze, per cominciare a vedere la biblioteca come una via di accesso locale alla conoscenza, una opportunità che costituisce una condizione essenziale per l’apprendimento permanente, l’indipendenza nelle decisioni, lo sviluppo culturale dell’individuo e dei gruppi sociali.

Bibliopride 2014, III giornata nazionale a Lecce

L’evento, che avrà inizio a Lecce il 4 ottobre 2014, apre un mese di manifestazioni a tema in tutta la Puglia; a organizzarlo è l’Aib, Associazione Italiana Biblioteche, col sostegno della regione Puglia e del comune di Lecce, città candidata per la nomina a Capitale della cultura europea 2019.
La giornata nasce per tornare a valorizzare le biblioteche e la figura del bibliotecario: la libertà, il benessere e lo sviluppo della società e degli individui sono valori che potranno essere raggiunti solo attraverso la capacità di cittadini ben informati di esercitare i loro diritti democratici e di giocare un ruolo attivo nella società; e la biblioteca permette questo accesso.
La partecipazione costruttiva e lo sviluppo della democrazia, dipendono da un’istruzione soddisfacente, così come da un accesso libero e senza limitazioni alla conoscenza al pensiero, alla cultura e all’informazione, come solo in una biblioteca si può fare.

Per far conoscere il legame sempre più stretto fra biblioteca e cittadini, nasce “Bibliopride” dunque, perchè fin dall’antichità la biblioteca è stata un segno di prestigio, istituzione di civiltà e veicolo di trasmissione del sapere: dai Sumeri, ai greci ed anche nell’antica Roma. Si aveva, già allora, una concezione di uso pubblico della biblioteca, con servizi come il prestito e la copiatura, anche se era ancora per una cerchia più ristretta.
Oggi invece è accessibile a chiunque, senza distinzione di condizione sociale, età, razza.
Proprio per far conoscere la grande possibilità che viene data attraverso le biblioteche pubbliche, parte Bibliopride 2014 con un incontro sul valore sociale delle biblioteche con testimonianze di vari uomini di cultura, introdotte da Corrado Augias, testimone ufficiale del Bibliopride 2014.
Non mancherà uno spettacolo serale in tre parti, un monologo di Michele Santeramo, una recita-lettura in Braille di poesie di Vittorio Bodini, per il centenario della nascita, e un finale musicale con Nandu Popu dei Sud Sound System e altri artisti salentini.

Il messaggio in definitiva è che in Italia bbiamo uno dei patrimoni culturali più grandi al mondo, abbiamo un infinità di biblioteche e occorre sfruttarle.Il bello della biblioteca è anche che è gratuita e che ci sono libri di ogni genere.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *