Buck, festival della Letteratura per Ragazzi di Foggia, II edizione

Nella rilettura di tantissima narrativa per ragazzi, prevale un forte senso sociale. I personaggi e le situazioni richiamano da vicino vicende ancora oggi attuali. A volte i ragazzi spono i protagonisti, a volte gli animali sono protagonisti, a volte si incontrano dei veri briganti magari sotto le vesti di persone potenti e stimate. Giardini, creature, altri mondi: la città di Foggia, da sempre attenta alle esigenze dei più giovani, organizza la II edizione di Buck, il festival della Letteratura per Ragazzi, con percorsi di laboratori didattici e di lettura per giovani esploratori, tra sogni, paure, speranze.
La seconda edizione del festival della Letteratura per Ragazzi di Foggia prevede per il 2012 tantissimi ospiti e numerose attività.

La letteratura per ragazzi così come verrà intesa al festival di Foggia, raggruppa diversi generi letterari adatti per un pubblico di bambini o ragazzi; ma verrà spiuegato da esperti del settore che questa stessa letteratura può anche essere usata per riferisi a uno specifico segmento del mercato dell’editoria.
Il festival proseguirà fino al 21 ottobre e prevede incontri, laboratori e spettacoli in diversi luoghi per la città. Comune denominatore sarà le letteratura dedicata ai più giovani, con generi letterari si possono considerare intrinsecamente adatti ai ragazzi tra i quai c’è il romanzo o racconto educativo, la fiaba, la favola o addirittura la filastrocca.

Domenica si parte alle 10.30 al Palazzetto dell’arte di via Galliani  con la parata dei «Burattoni», la mostra di Vittoria Facchini e con lo spettacolo “Milagro, piccolo prodigio di luce” curato dalla Fondazione Musicalia Ensemble diretto dal Maestro Carmen Battiante e dal Cerchio di gesso; sarà uno spettacolo ricco di insegnamenti, tratto dal libro omonimo, in cui la piccola Milagro (il cui nome vuol dire miracolo) e i suoi sei fratellini, vivono in una baracca, affrontando a testa alta le difficoltà della vita.

Si prosegue con una serie di laboratori per i più piccoli: dalle ore 9.30 alle ore 16.30 al Palazzetto dell’arte, si terrà il Laboratorio con Vittoria Facchini dal titolo “Leggendo tramiamo” in cui le trame delle fiabe verranno prese a modello della vita: gli eroi che viaggiano attraverso le strade e i mari per sconfiggere dei terribili mostri, vincono sempre; il confine del buio in acque melmose e circondate di nebbia viene sempre oltrepassato; esseri dotati di forza sovrumana affrontano terribili mostri uscendo sempre vittoriosi.

Dedicato ai bambini di 7-8 anni, c’è il laboratorio “filando illustriamo” perchè per immaginare, la mente ha bisogno di immagini e illustrazioni: può sembrare quasi ovvia l’affermazione e infatti appare scontato che ogni bambino, per poter elaborare il proprio immaginario, per creare rappresentazioni e storie, per poter narrare esperienze vissute, abbia bisogno di possedere un bagaglio di immagini, per esprimere le proprie idee e capacità.

Alle 16.30 dedicato ai ragazzi tra i 9 e i 13 anni, prenderà il via il “Laboratorio di Giocheditoria” presso L’ Accademia Belle Arti, e a seguire il “Laboratorio di burattini: Io, nello spazio spaziale”  perchè i burattini, oltre che per lo sviluppo dell’immaginario e della capacità di narrare,  sono simboli che rappresentano oggetti ed in quanto tali possono essere  decodificati.

Per info:
Palazzetto dell’arte,
via Galliani (ingresso Villa comunale)
0881.792500

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *