Campi estivi al Parco di Lama Balice

Da giugno 2012 partiranno i campi estivi nel suggestivo parco regionale di Lama Balice.
La Lama Balice è un corso d’acqua che nasce dalla Murgia barese all’altezza di Ruvo e lungo il suo percorso attraversa il territorio dei comuni di Bitonto, Modugno e Bari per sfociare a mare nei pressi della spiaggia denominata S. Francesco l’Arena. È stata trasformata in Parco naturale Regionale nel 1992 e da giugno, tra gli obiettivi principali ci sarà la sensibilizzazione dei cittadini al territorio e al paesaggio naturalistico attraverso visite guidate, campi estivi e organizzazione di eventi.
Si tratta di una zona di notevole interesse geologico-naturalistico, storico e archeologico.
All’interno della Lama, a causa della depressione naturale, sopravvivono ampie tracce di un paesaggio naturale originario e possono essere individuati due diversi tipi di ambiente naturale: uno “costruito”, localizzato nel territorio pianeggiante, l’altro “spontaneo” che si estende nella depressione naturale. Si riscontra la presenza di specie vegetali come il carrubo, l’alloro, il rovo, il leccio, l’alaterno, il fragno; lungo i costoni, nei tratti più aridi e rocciosi crescono piante di caprifoglio, biancospino, ginestrella e asparago selvatico. Non di rado possono vedersi anemoni ed esemplari di orchidee, come pure le erbe aromatiche usate in cucina come timo, menta, salvia, ruta e quelle medicinali come la borragine, la cicutaria e la salsaparicina.

Piuttosto varia è anche la fauna composta da mammiferi come volpe, rane, ricci, donnola e faina, e numerosi volatili  quali gallinelle d’acqua, aironi, porciglioni, cavalieri d’Italia, civette, gheppio, martin pescatore, germano reale, poiana, usignolo di fiume, nibbio dalla coda forcuta, ghiandaia dal becco bruno, tordi, cinciallegre, capinere, trampolieri.

Dal punto di vista naturalistico la lama può essere considerata come una delle aree più interessanti della Puglia, la cui biodiversità è una ricchezza da custodire gelosamente, per le particolari specie vegetali scomparse altrove e tipiche delle gravine.

Il progetto dei campi estivi, è stato patrocinato dai Comuni di Bari, Bitonto, Modugno, dalla Regione Puglia e dalla Provincia di Bari e sostenuto da diverse istituzioni tra cui l’Arpa Puglia (agenzia regionale per l’ambiente), vari circoli sportivi. Il prgetto prevede anche visite archeologiche all’interno del Parco naturale regionale di Lama Balice, con la cooperativa Tracceverdi: dal punto di vista storico la lama infatti è la testimonianza della presenza umana già a partire dal Neolitico, evidenziata dal ritrovamento di selci lavorate a punta e di altri utensili e strumenti in grotte naturali, e successivamente dagli insediamenti di comunità rupestri organizzate, dedite all’agricoltura, alla pastorizia e a forme elementari di commercio, e che abitavano in ambienti ricavati scavando nei calcari e nei tufi.

I campi estivi a cadenza settimanale saranno un’esperienza da vivere senza dubbio, nel giugno del 2012: saranno proposte giornate ludico sportive, laboratori di educazione ambientale, esperienze in masserie didattiche. La creazione di questa iniziativa è un intervento che mira all’uso orientato delle risorse naturali e storiche: un modello di parco che al contempo stimoli la riappropriazione culturale e scientifica del territorio da parte dei cittadini e cerchi di ripristinare il rapporto, a dire il vero fortemente compromesso, dell’uomo con la natura.

Per info:
328-5940703

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *