Carnevale a Ruvo di Puglia

Carnevale è da sempre la festa dei più piccoli, ma coinvolge anche gli adulti. Anzi, si potrebbe dire che è un modo per i grandi di ritornare bambini, allegri e spensierati, approfittando di questi giorni per giustificare l’allegria e le stramberie.
Le origini della festa sono religiose, infatti il Carnevale è collegato direttamente alla
Pasqua, e a Ruvo di Puglia (Bari) il Carnevale quest’anno è davvero speciale.
Fin da Giovedì 16 Febbraio a Ruvo comincia un carnevale all’insegna della gastronomia: la manifestazione nominata “Mba’ Rocchetidde Cope de Rafanidde” avrà luogo nel Centro Storico, dove comincerà la strada del gusto: degustazioni di prodotti tipici locali, organizzate con percorso obbligato partendo da Via Cattedrale. Protagoniste delle varie strade saranno le maschere classiche più conosciutecome Arlecchino, originario di Bergamo, la maschera di Pantalone da Bergamo, e da Napoli Pulcinella, seguiti dal Dottor Balanzone di Bologna, da Torino (Gianduia), da Firenze (Stenterello), da Bergamo ancora (Brighella) e da Venezia l’unico personaggio femminile Colombina.
Concertini itineranti nelle piazzette del Centro Storico terranno compagnia a coloro che parteciperanno al Carnevale di Ruvo, che potranno anche ammirare la sfilata dei Tamburi da Parata, le Majorette e gli Sbandieratori guidati dal Prof. Simone Salvatorelli.
Proseguendo in via Alcide De Gasperi, si potrà assistere alla preparazione del più grande “Calzaun de Riuv” a cura dell’associazione Ristoratori e Panificatori di Ruvo di Puglia, che infine ovviamente sarà offerto ai turisti.

Da sempre il luogo di celebrazione per antonomasia del Carnevale, Ruvo di Puglia ospitava fin dall’antichità spettacoli di ogni tipo allestiti spesso da comitati privati ed autonomi che organizzavano gli eventi a carnevale. Ancora oggi in Piazza dell’Orologio, alle ore 17.15, si terrà un classico del carnevale, il “Musical di Pinocchio”. Invece alle ore 19.30,  ci sarà un affascinante spettacolo di danza a tema con Associazione Sportiva Dilettantistica Vivo Latino e Associazione Sportiva Dilettantistica Dancing Queen.
Per il divertimento di tutti, in Piazzetta Fiume, alle ore 19.30, “La pentolaccia” terrà compagnia ai turtisti, a cura dei Commercianti di Via Cattedrale.

Ma sarà il 18 Febbraio che il Carnevale di Ruvo raggiungerà momenti imnportanti: alle ore 15,00 in Piazza Cavallotti, teatro delle esibizioni del carnevale di Ruvo, avverrà il raduno delle Maschere e dei Gruppi mascherati, per poi partecipare alla cosiddetta Sfilata delle “Meraviglie”.

Madrina del Carnevale a Ruvo di Puglia, sarà Mayra Pietrocola, seconda classificata a Miss Italia 2011, testimonial dell’allegria della festa. Ai nostri giorni il Carnevale infatti è l’allegra festa che si celebra, nella tradizione cattolica, prima dell’inizio della quaresima. Etimologicamente la parola carnevale deriva dal latino “carnem levare”, popolarmente tradotto “carne-vale” o “carnasciale”, perché anticamente indicava il banchetto di abolizione della carne che si teneva subito prima del periodo di astinenza e digiuno della quaresima.
Il carnevale a Ruvo rappresenta da sempre una festa del popolo, e si organizzerà una discoteca in piazza nell’evento detto “Ruvo de Janeiro”, un momento in cui vigerà la più assoluta libertà e tutto diverrà lecito: ogni gerarchia decade per lasciare spazio alla danza, alle maschere, al riso, allo scherzo e alla materialità. Lo stesso mascherarsi per ballare, rappresenterà un modo attraverso il quale uscire dal quotidiano, disfarsi del proprio ruolo sociale, negare sé stessi per divenire altro.

Notevole anche l’iniziativa del 19 Febbraio presso la Casa di Riposo “Maria Maddalena Spada”, in cui  verrà regalata un po’ di allegria agli anziani.

Martedì 21 Febbraio alle 15.30 verrà rappresentato “U Funerole de ‘ Mbà Rocchetidde Cape de Rafanidde”, con la tradizionale partenza dalla casa del caro estinto lungo il seguente percorso: Piazza F.Cavallotti – Corso G. Jatta – Piazza Dante – Corso Cavour – Piazza Bovio – Corso Carafa – Corso Gramsci – P.zza R. Margherita.
Carri mascherati, in ricordo delle antiche “Grandi dionisiache” che un tempo si tenevano tra il 15 marzo ed il 15 aprile,   e segnavano il punto culminante del lungo periodo carnevalesco, sfileranno per la città.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *