Carnevale in satira a Manfredonia, Je suis Charlie

17-2-2015 #carnevalepuglia #carnevalemanfredonia

In nome di una libertà di stampa, l’offesa alle religioni del giornale satirico francese Charlie Hedbo, non è stata apprezzata propriamente da tutti. E così il Carnevale diventa a Manfredonia l’occasione per bandire un concorso di vignette nel nome di Charlie Hebdo e dissentire contro la satira religiosa.

download

Il “Premio Internazionale Carnevale in Satira”, tempestivamente intitolato “Je Suis Charlie” in memoria del settimanale satirico francese per il 2015, indicendo un concorso, vieta la satira sul decoro e sulla religione chiedendo ai partecipanti di realizzare una “Vignetta Satirica” dal carattere esclusivamente carnevalesco che esprima il colore e l’allegoria di questa festa, senza satira sulla religione.

A seguito dei tragici fatti di cronaca che hanno colpito il cuore della Francia, il “Premio Carnevale in Satira: Je Suis Charlie” vuole sganciarsi dalla paura dei fanatici fondamentalisti che puntano le armi in nome di Dio di cui l’Occidente ne ha fatto impropriamente i conti. La città di Manfredonia asserische che se l’attentato di Charlie Hebdo è da condannare senza mezzi termini, la vicenda pone la questione degli eventuali limiti della satira di fronte al sentimento religioso, e il Carnevale organizzato dalla famosa cittadina del foggiano con questo concorso vuole chiarire la propria posizione tra il diritto di satira e il principio della libertà di religione.

L’atmosfera di festa e di serenità tipiche del Carnevale di Manfredonia, anche per il 2015 verrà rispettata, ma va salvaguardata. Chi vuole partecipare con spirito di fantasia, divertimento e rispetto a eventi come il Carnevale di Manfredonia, e nello specifico il concorso “Carnevale in Satira” ha diritto di poterlo fare nel rispetto della religione altrui, senza intaccare la libertà di vivere la città da parte dei cittadini e degli ospiti.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *