Chiese, Abbazie e Conventi nel contesto del territorio della Daunia

La città di Foggia organizza un concorso fotografico, aperto a tutti i fotografi muniti di fotocamera digitale, professionisti e non. L’Associazione Culturale “Terra Mia Foggia”, ha indetto il 2°Concorso Fotografico anno 2012 sul tema “Chiese, Abbazie e Conventi” nel contesto del territorio della Daunia.
I microluoghi dell’arte sacra, sono i luoghi dove la creatività prende vita, come fare un’analisi inusuale che svela il retroscena dell’opera d’arte.
Dietro alla realizzazione di un’opera d’arte sacra, una chiesa, un’abbazia, un convento, si cela un mondo a volte caotico, a volte ordinato, piccolissimo o infinito che racconta un lato inedito di ciascun artista.
L’iniziativa del concorso, è un’iniziativa che svela la complessità del creare, che va oltre la singola opera e che materializza il processo creativo.

Gli obiettivi che il concorso si propone sono la conoscenza e la divulgazione della fotografia dell’arte sacra, come elemento della cultura contemporanea e come mezzo moderno di espressione artistica ed il contribuire alla sensibilizzazione dei cittadini, tenendo conto che il sacro, oltre ad esprimere la peculiarità del territorio della Daunia, rappresenta un valore comune e un patrimonio collettivo.
Il concorso appare molto interessante, e ha il fine di mettere in luce le doti fotografiche dei partecipanti che rappresentino il mondo del sacro e la conoscenza del paesaggio della Daunia e creare una coscienza diffusa sull’importanza della salvaguardia e della valorizzazione del territorio: un’occasione per tutti i molfettesi appassionati di fotografia per divertirsi e scoprire le bellezze della Daunia.
I nomi dei vincitori con le relative opere vincitrici saranno pubblicate sul gioprnale “La Città” alla prima uscita utile. Al primo classificato andrà un premio in denaro di 500 euro, al secondo un premio di 200 euro e al terzo un premio di 100 euro.

Numrosi sono gli scatti che potranno spaziare da Chiese a Santuari,come il famoso Santuario di San Matteo il cui primo nucleo era costituito da una chiesetta attorno a cui una tettoia alloggiava i pellegrini abruzzesi e molisani diretti alla grotta di San Michele: i pochi ruderi di muri e cisterne arroccati attorno al convento fanno pensare che la tradizione sia fondata

Anche le chiese scomparse come la Chiesa S. Andrea, potranno essere l’oggetto del concorso: la prima notizia storica di questa antica chiesa o cappella si trova in una contestata Bolla di Clemente III del 20 marzo 1190. La chiesa si trovava nel suburbio di Mania Porte.

La chiesa della B.M.V. Immacolata Concezione sarà un ottimo spunto per degli scatti fotografici: è sede della Curia della Religiosa Provincia “S. Angelo” di Foggia, dei Frati Minori Cappuccini; era il Convento di S. Anna e tale fu fino a quando i Frati poterono realizzare nel Capoluogo un secondo Convento con una propria Chiesa, progettato come nuova sede della Provincia Religiosa.

La Basilica San Giovanni Battista con la sua storia, è perfetta come spunto per il concorso: dalla vita dei SS. Guglielmo e Pellegrino si apprende che al tempo della venuta a Foggia dei due Santi vi era fuori la Porta Arpana un ospizio per i pellegrini, che in quell’epoca numerosi venivano dalle più lontane regioni per visitare anche i nostri Santuari. Sembra certo che detto ospizio e annessa Chiesetta fossero sotto la diretta dipendenza o giurisdizione del Sovrano Militare Ordine di S. Giovanni di Malta.

Anche il Santuario Santa Maria di Stignano appare perfetto, dato che una leggenda narra che San Francesco d’Assisi, nel 1216, passando per la valle di Stignano diretto alla Grotta dell’Arcangelo Michele, sia rimasto estasiato per l’amenità del luogo, per la sua luce, per la maestosità delle montagne verdi e severe, per il profumo dell’aria, i colori dei fiori.

Tutto il materiale raccolto, andrà a costituire il nucleo di un archivio fotografico, istituito presso la sede dell’Associazione Culturale “Terra Mia”, inoltre tutte le opere verranno digitalizzate e immesse sul sito dell’Associazione.
Ogni candidato può partecipare al Concorso presentando un opera fotografica inedita e libera da diritti.
Le opere fotografiche non devono aver subito ritocchi che alterino il valore documentario dell’immagine, pena l’annullamento dell’opera.

La documentazione dovrà essere consegnata a mano presso le sedi dell’Assoziazione Culturale “Terra Mia” in Via Saverio Pollice, 4 – 71121 – Foggia oppure presso il FOTOLABORATORIO Focus in Via Napoli, 2/d – Foggia.
Il termine ultimo per la consegna dei lavori è fissato entro e non oltre le ore 12.00 di venerdì 23 Marzo 2012.

Per maggiori informazioni:
388/1835062

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *