Città Aperte 2011

“Città Aperte 2011” in Salento, offre quest’anno per la sesta edizione consecutiva, l’opportunità di visitare le città con i numerosissimi luoghi d’interesse architettonico, archeologico, paesaggistico, storico e culturale del territorio salentino. La novità, oltre il coivolgimento di altre cittadine pugliesi,  è il prolungamento oltre il normale orario di chiese, musei e quant’altro, che regalerà l’opportunità di attraversare la storia, perché vi si ritrovano le tracce di ogni epoca per quasi tre millenni, dai reperti che testimoniano le antiche origini alle numerose testimonianze rinascimentali e medioevali. Dalle cripte alle chiese barocche, dalle campagne alle belle spiagge, è scritta la storia di una intera terra, dai Mosaici di Casaranello al Mosaico della Cattedrale di Otranto, al ciclo di affreschi di Santa Caterina a Galatina, al carnevale di pietra di Santa Croce, ci si ritroverà ad ammirare chiese e luoghi di culto, ad affrontare percorsi di fede, a vistare Castelli, palazzi e dimore storiche, oltrechè musei e siti archeologici.

Ma sono previste anche passeggiate guidate per le città sotto al sole o al chiarore delle stelle. Infatti non c’è solo Lecce, la città-chiesa, né solo il Seicento sparso tra borghi e paesini, nè solo dolmen tra gli oliveti, ma anche le numerose feste patronali delle quali ammirare luminarie e suoni bandistici e soprattutto la processione devota del Santo patrono.

Aperture straordinarie di chiese, castelli, monumenti, musei, siti archeologici, visite delle case a corte, pajare affascinanti, si affiancano alle tecnologia più moderne, come audio e video guide

 

da scaricare per farsi “accompagnare” durante il viaggio, o per ricostruire antichi siti: a prima vista appare illogico, l’uso di uno strumento multimediale per mostrare quel che già si può ammirare; ma si ricorda che sarà possibile magari usare le guide in anticipo per pregustare un futuro viaggio, o sarà possibile pensare al Salento come un grande tempio che custodisce oggetti preziosi cher non sempre è facile trovare, fermo restando che nessuno strumento di realtà virtuale potrà mai sostituire il coinvolgimento di una visita ravvicinata ai tesori salentini.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *