Concorso Letterario, Salento quante storie

Il Salento è uno scrigno di arte e di storia che merita di essere conosciuto e apprezzato per le bellezze naturali, artistiche, culturali e architettoniche che caratterizzano questo lembo di terra. Per chi ha un racconto nel cassetto che abbia come protagonista il Salento, ecco un nuovo concorso al quale partecipare. Il concorso letterario “Salento quante storie” è l’occasione giusta per inviare un’opera che sta particolarmente a cuore e ricevere un consenso dalla giuria incaricata della selezione dei materiali più interessanti.
Scrittrici e scrittori esordienti potranno partecipare al Concorso Letterario di Città Futura: questa prima edizione, alla fine prevede la pubblicazi0ne di ben 10 racconti in un libro dal titolo “Salento quante storie”

Il racconto, dovrà essere un racconto breve a tema libero, ambientato nel Salento: si potrà iniziare scrivendo l’idea che si ha in mente, il tipo di libro che si vuole scrivere e la trama del libro stesso. Si potrà pensare ai nomi dei personaggi che faranno parte del racconto, al loro ruolo, si potrà pensare a come iniziare il racconto. Una prima cosa che si deve avere ben chiaro quando si inizia a scrivere è il soggetto, che costituisce la base di partenza di ogni buon testo: bisogna focalizzare l’attenzione su chi o cosa ispira a scrivere, che potrebbe spaziare da un fatto accaduto, o ad eventi strettamente fantastici. E’ importantissimo documentarsi, in ogni caso, che si intenda scrivere un testo di pura fantasia, sia che si intenda scrivere un testo di carattere scientifico.
Tutto è libero, a parte l’ambientazione: il Salento.

Il Salento è un ottimo scenario per scrivere un libro: è un meraviglioso mondo che racchiude arte, tradizione popolare e storia antica come testimoniano i dolmen, i menhir, le specchie, le pajare e i muretti a secco, splendidi in un racconto. Il paesaggio rurale è rimasto intatto, e pure rappresenta un eccellente ambientazione. Le pietre sembrano raccontare la travagliata storia di questa terra saccheggiata dai popoli nel tempo, buono spunto di partenza per un racconto.
Il racconto potrà essere ambientato in una città del Salento: ogni città del Salento è un gioiello di rara bellezza nel quale si trovano centri storici con case a corte e balconate particolari che danno un tocco antico e che contrasta con la fantasia del mondo moderno. Oppure il racconto potrà essere ambientato in una delle masserie fortificate, nei pressi delle imponenti torri costiere, nei palazzi nobiliari, nelle chiese barocche che abbelliscono ogni angolo di questa splendida terra.

Molti giovani oggi si dilettano a scrivere, alcuni testi sono buoni, altri un po’ meno, ma non è perchè qualcuno è meno bravo di un altro: tutti possono iniziare a scrivere producendo un buon testo, l’importante è non cadere nei banalissimi tranelli che comporta l’inizio di quella che è vera e propria espressione della propria vena artistica e che permetterà di esternare le proprie emozioni.
I 10 migliori autori selezionati dalla giuria tecnica riceveranno, durante una cerimonia pubblica, l’attestato di partecipazione e  5 copie del libro prodotto.
Il miglior autore (voto popolare) riceverà, durante la cerimonia un premio in danaro (€. 300,00) ed una targa ricordo.

Il Concorso si esplicherà in quattro fasi: verranno selezionati i 10 migliori racconti tra tutti quelli pervenuti; verrà prodotto il libro e premiati gli autori selezionati durante una manifestazione; tutti i lettori che acquistano il libro voteranno il racconto più bello tramite apposito coupon da far pervenire alla Casa Editrice; infine l’autore del racconto più votato verrà premiato.
Tutti coloro che acquisteranno il libro riceveranno un coupon da restituire alla Casa Editrice entro il 20 settembre 2013 con l’indicazione del proprio racconto preferito.
Gli scrittori dovranno aver compiuto la maggiore età entro il 31 agosto 2012, e far pervenire un unico elaborato a testa, consegnato a mano alla segreteria della casa editrice entro e non oltre le ore 12,00 del 31 dicembre 2012.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *