Concorso videoclip, Friseddhra Video Contest

Il cantante e attore salentino Pasquale Quaranta, conosciuto ai più con il nome d’arte P40, ha indetto un concorso per la realizzazione di un videoclip musicale per il suo nuovo brano dal titolo “Me tira na friseddhra”, brano allegro e brioso, con splendidi effetti ritmici, nel quale P40 dimostra la sua verve spumeggiante e la sua irresistibile versatilità.
Negli anni d’oro della discografia, le grandi etichette organizzavano meravigliosi party per festeggiare l’uscita di un nuovo video; ma i tempi sono cambiati e oggi i soldi sono molti meno, e i video molti di più.
Certo, avere a disposizione un grande regista e un budget che può assicurare grandi riprese, aiuterebbe a spettacolarizzare il nuovo video per “Me tira na friseddhra”  ma non viene richiesto questo. Il concorso di P40 infatti è aperto a tutti i videomaker, di ogni età, amatoriali e professionisti, e rappresenta sicuramente un’occasione divertente e creativa per mettere in mostra le proprie doti inventive e di montaggio di video attraverso ogni possibile mezzo di realizzazione: foto, animazioni, riprese. Se è vero che un video geniale può portare ad avere succeso, senza una bella canzone sarà difficile ottenere risultati: “Me tira na friseddhra” è un brano estremamente vivo, allegro, con una sintesi di spumeggianti armonie strumentali. Tutti i video realizzati (due sono già online, curati da “I Vassalli” e “Gianluigi84”) saranno pubblicati sulla pagina del concorso e uno risulterà vincitore e sarà il videoclip del brano di P40.
Vincerà infatti il videoclip che raccoglierà il maggior numero di “visualizzazioni” su Youtube entro le ore 24 del 30 settembre 2012.

Celebre è rimasto il viaggio di P40 nel luglio del 2012: un viaggio musicale ed artistico di 750 km, da Rimini ad Otranto, con 6 spettacoli in 5 giorni, in maniera totalmente eco-sostenbile e addirittura a costo zero (cioè usufruendo di sponsor che si sono occupati dei costi). Eco-sostenibile perché l’artista ha viaggiato in treno anziché con i tir, e ha sostituito tutti gli strumenti e gli apparati elettrici ed elettronici con una semplice chitarra unplugged.
Questa nuova formula ha portato l’arte e l’artigianalità musicale del Salento in giro per l’Italia  grazie al “P40 Sull’Adriatica Tour – Un viaggio alla velocità dell’anima”, dove in contrapposizione con l’ “alta velocità” che caratterizza usi e costumi della società attuale, spesso l’anima scorre senza fretta lungo sensazioni, ricordi, proiezioni del passato che in genere si associano a oggetti, canzoni, luoghi. Questo è anche lo spirito con cui P40 vorrebbe il nuovo videoclip, perchè tra le altre cose, P40 ha portato in giro per l’Italia anche la neonata “Dieta Med-Italiana”, il progetto degli studenti dell’Istituto Costa di Lecce, che intende rilanciare l’economia del Salento facendo leva su quella che è stata definita la “tripla A”, ossia agricoltura, alimentazione e ambiente.

L’idea di indire un concorso per  il videoclip di “Me tira na friseddhra” , è nata quando, dopo aver diffuso il nuovo e spassoso brano sul territorio e dopo la trasmissione di P40 sulle radio locali e su tutte le spiagge del Salento, alcune persone hanno iniziato a chiedere se potevano cimentarsi nella creazione di un videoclip.
Il video dovrà essere un canale di promozione per il brano di P40, in molti lo guarderanno e in quel preciso istante forse le immagini conteranno più del suono, per cui il video da realizzare non dovrà essere un video di puro accompagnamento.
P40 ha lasciato alla creatività l’intrigante compito di realizzare un video per “Me tira na friseddhra”: ci dovrà essere un’idea che sia d’impatto e permetta di catturare l’attenzione di chi ha davanti a sé milioni di video tra cui scegliere. Dovrà notarsi e questa idea di fondo che merita di essere seguita dall’inizio alla fine, e potrà essere una storia, un’impostazione grafica di grande impatto o una soluzione registica particolare.
P40 si definisce un “cant-attore”, i suoi concerti sono anche dei numeri di cabaret. Durante le esibizioni, chiede un certo coivolgimento del pubblico usando la sua arte che appare estrosa, sguaiata, improvvisata, assolutamente priva di regole. E altrettanto è richiesto al videoclip.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *