Corso di Arteterapia e Volontariato per persone disabili

L’Associazione “Superamento Handicap Ambito di Nardò” organizza uncorso breve di formazione in “Arteterapia e volontariato per i disabili” per mostrare la forza dell’arte nelle relazioni sociali con i soggetti in disabilità. Tutti coloro che hanno a che fare con i disabili, siano essi bambini o adulti, si trovano di fronte ad un grosso ostacolo iniziale che è la comunicazione per poter trasmettere un messaggio. Il principio fondamentale a cui bisogna attenersi per rispondere adeguatamente a questa domanda, come si apprenderà durante  questo affascinante corso in Salento, deriva in buona parte dalla comprensione del loro stato e dal modo di essere di coloro che vogliono dare il messaggio.

Al di là delle terapie strettamente mediche o paramediche, un considerevole aiuto può essere portato al disabile dalle terapie artistiche. L’interazione corpo-anima, sempre attiva nella cosiddetta persona normale, diventa di fondamentale importanza nel caso della persona disabile. Per quest’ultima ragione le terapie artistiche, agendo sull’organismo psichico, di rimbalzo influiscono sempre positivamente sul corpo fisico, a patto però che la loro applicazione avvenga nella misura più corretta. Questo verrà spiegato durante il corso, e infatti saranno approfonditi suggestione sonora, educazione all’ascolto, valutazione delle emozioni, per applicare al meglio le terapie artistiche.
Si potrà anche passare ad argomenti quali il ritmo e la melodia, le voci e la polifonia, la recitazione e lo studio dei personaggi e l’interpretazione.

Il corso sarà tenuto dalla psicologa dottoressa Anna Maria Cagnazzo che distinguerà tra Arti dello spazio e Arti del tempo.
Le Arti dello spazio presentate al corso, saranno l’Architettura, la Scultura eseguita con vari materiali, la Pittura , il Disegno, che fatto eseguire con metodi particolari, può aiutare alla concentrazione dell’attività pensante; la pittura ad acquerello serve invece quale aiuto a sciogliere stati d’essere troppo rigidi.
Le Arti del tempo, meglio definite come ritmico- musicali, verranno presentate al coro per essere praticate con strumenti musicali, con l’uso terapeutico della Parola e del Canto, e con Espressioni Corporee equilibranti e riequilibranti.
Gli strumenti musicali più usati a fini terapeutici sono: il flauto dolce, semplici strumenti a corda quali lira, kantele; quando possibile si conforma in semplici cori.

Il progetto sarà realizzato in collaborazione con l’associazione Atlantide di Leverano e prevede la partecipazione gratuita di un numero massimo di 20 persone, anche disabili, che abbiano compiuto almeno 16 anni.
Il variegato mondo dell’arte, tra musica e teatro riesce ad appassionare e far socializzare le persone disabili con particolare riguardo a quelle con deficit psichico. Le stesse sono attratte dalla musica, dal canto e dalla recitazione e, nel contempo, riescono ad esprimersi in modo molto più naturale e più disinvolto.
Com’è comprensibile la necessaria conoscenza delle patologie di cui è affetto il disabile va direttamente associata alla conoscenza delle differenti terapie artistiche, come spèiegheranno gli esperti al corso che si terrà a Leverano.

Il corso porterà il terapeuta ad una trasformazione del proprio essere, permettendogli un rapporto il più possibile vicino alla difficile situazione esistenziale nella quale sono costretti vivere i disabili.
In tal modo ci si può avviare per la strada indicata da questo affascinante corso, e cercare di raggiungere i due presupposti che dovrebbero essere alla base di ogni volontariato: la comprensione dello stato psichico e spirituale altrui, ed il proprio personale modo di essere rapportato ai disabili.

Leverano,
Via Sedile
Palazzo Gorgoni
Orari: 3 e 4 maggio dalle ore 17 alle 20; 5 maggio dalle ore 9.30 alle ore 12.30.
Per info: 339-7736399.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *