Corteo Storico di Federico II, il Torneo dei Rioni a Oria

Le rievocazioni, i cortei storici, le cavalcate, ricordano eventi appartenenti alla storia cittadina e divengono strumenti alternativi ai sistemi cattedratici per tramandare la memoria, in modo originale e leggero, nelle giovani generazioni.
Ad Oria, divertendosi si educa al senso di appartenenza e si aiuta a non far perdere il filo conduttore del proprio passato per proiettarsi al futuro con dignità e rispetto per chi ha costruito la storia.
Nel 2012 si potrà assistere al Corteo Storico Federico II – Torneo dei Rioni, giunto quest’anno alla sua XLVI Edizione. Ogni anno a Oria si rinnova quella che ormai è diventata una tradizione: numerosissime persone accorreranno per ammirare il corteo storico, una libera rappresentazione di un evento ispirato alla storia di Oria, rievocato da centinaia di figuranti in costume d’epoca. È anche riprodotta l’esotica corte federiciana, con numerosi animali selvatici, odalische e la fedele guardia personale dell’Imperatore: i Saraceni, cui storicamente l’imperatore assegnò la cittadina di Lucera. Del corteo fanno parte anche numerosi portastendardi e sbandieratori. Sfilano infine i quattro rioni della città con i loro stendardi e coppie di nobili, dame, cavalieri e atleti.
L’imperatore Federico II, impersonato nella passata edizione dall’atleta Aldo Montano fornirà un modo per avvicinarsi a un tempo lontano, per ricordare le tradizioni di questo territorio, con sfilate, canti, balli, mestieri e perfino cibi dell’epoca prescelta, un’avventura collettiva a cui partecipare.
Presso la Basilica Cattedrale di Oria si celebra la Benedizione del Palio e l’investitura del cavaliere, in una suggestiva cerimonia, che vede accorrere turisti dall’intera regione e non solo.

Il Torneo dei Rioni ha le sue origini dal bando che l’imperatore Federico II di Svevia volle emanare nel 1225 durante un periodo di permanenza ad Oria, dove proprio in quel periodo volle avviare i lavori del castello che ancora oggi domina la ridente cittadina. Era in attesa di Isabella di Brienne che avrebbe sposato nel novembre dello stesso anno; per onorare la presenza del padre della promessa sposa (che gli avrebbe portato in dote la corona di Gerusalemme) e rendere partecipe dell’evento la gente, l’imperatore svevo organizzò un torneo tra i quattro antichi rioni: Castello, Judea, Lama e Santo Basilio.

La 45^ edizione del Torneo dei Rioni di Oria era stata vinta dal Rione Castello, che si era aggiudicato il Palio per il terzo anno consecutivo.
Nell’edizione 2012, sono state organizzate le seguenti gare: Ariete (due atleti per rione percorrono con un ariete una distanza di circa 65m, fino a sfondare un portone); Botte (un atleta per rione percorre circa 95m fino ad incontrare una botte internamente vuota posta su un sostegno di ferro; dopo averla superata prende una bandierina e ripercorre all’inverso il percorso); Pertica (gli atleti percorrono di corsa 55 metri prima di raggiungere una pertica sulla cui cima è posta una bandierina); Ponte (un atleta per rione compie un percorso 100 metri superando un asse di equilibro detta ponte); Forziere (l’atleta percorre 20 metri prima di afferrare attraverso una corda un forziere di 80 kg e trascinarlo per 60m); Jolly (un mix tra le precedenti gare).

Per maggiori informazioni:
Tel: 0831 845939

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *