Discovering Puglia, visite guidate a Molfetta

Discovering Puglia, visite guidate a Molfetta, 1-6-2013, dalle ore 17.00 alle ore 20.00 Molfetta

Discovering Puglia, visite guidate a MolfettaDedicate ai turisti giovani e meno giovani, la Puglia offre alcune idee per visitare l’affascinante cittadina di Molfetta, usufruendo di visite guidate, passeggiando in parchi pubblici o giardini di ville, entrando dentro a chiese che sono anche scrigni di meravigliose opere d’arte.
Alcuni famosi musei cittadini saranno aperti per l’occasione, e si potranno vedere delle splendide sculture, piazze, campanili, palazzi, il Duomo Romanico, il bellissimo porto. Tipicamente di Molfetta e veri “compendi” di pittura sono gli affreschi delle chiese, comprese le più antiche del centro storico come la chiesa del Purgatorio, la Cattedrale, la chiesetta di Santo Stefano, la chiesa di Sant’Andrea.
Le visite guidate gratuite sul territorio, finanziate con fondi europei, sono realizzate dalla Cooperativa FeArT nell’ambito del progetto dell’A.Re.T. Pugliapromozione – Discovering Puglia, cominciate fin dai mesi di aprile e maggio 2013; quello dell’ 1 Giugno è l’ultimo appuntamento ricco di arte e di storia.
Dal 1100 al 1300 i Crociati europei attraversarono la Puglia e ci sono delle tracce della loro traversata persino a Molfetta: la Sala dei Templari e l’Ospedaletto dei Crociati. Nel corso del tempo i Normanni influenzarono la Puglia bizantina, poi la Puglia fu dominata da Federico II che rafforzò sia l’economia che la fioritura artistica e culturale anche di Molfetta.

Suggestiva la visita al Duomo: la costruzione del possente Duomo di Molfetta fu completata in 150 anni, spesso interrotta a causa di problemi tecnici dovuti forse alla vicinanza al mare. Il Duomo di Molfetta è dedicato a San Corrado di Baviera, un monaco che morì a Modugno nel 1155 e più tardi fu canonizzato. La sua venerabile reliquia fu trasferita nel Duomo di Molfetta nel 1313. A quel tempo avere una santa reliquia era segno di prestigio e attrazione per feste religiose e fiere. Nel 1781 la reliquia di San Corrado, il santo patrono della città, fu trasferita nella Cattedrale di Molfetta e custodita in un’urna d’argento. La Chiesa Vecchia, come è più comunemente conosciuta, è attualmente un monumento nazionale. E’ considerata uno dei più grandi esempi di architettura romanica in Puglia con la volta a cupola.

Estremamente interessante sarà la visita al Museo Etnografico del mare
con la Mostra Etnografica Permanente del Mare, dedicata all’attività peschereccia che per anni è stata la fonte di sviluppo economico principale per Molfetta. Tale mostra è situata all’interno dei locali della Fabbrica di San Domenico e documenta tutte le fasi che hanno contraddistinto lo sviluppo dell’attività portuale e cantieristica della città.

Al Museo Diocesano di Molfetta, dislocato su tre livelli lungo una superficie di 1500 mq, si potrà ammirare la sezione archeologica che raccoglie sia materiale preistorico di Età Neolitica che di Età preromana; inoltre molto suggestiva sarà la galleria dei paramenti liturgici che rivelano l’evolversi del gusto e delle tipologie tessili e decorative dal XVII alla fine del XIX secolo; infine il lapidarium, che custodisce i frammenti erratici provenienti dall’antico Duomo di Molfetta, dalle chiese e dall’arredo urbano.

Per info:
Ferart
Visite gratuite MolfettaTel 348.4113699

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *