Eretz, la mostra della terra amata e sognata, di Nicole Blau

Eretz, la mostra della terra amata e sognata, di Nicole Blau, dal 18-7-2013 al 31-8-2013, Nardo

Eretz, la mostra della terra amata e sognata, di Nicole Blau

La storia degli ebrei è scandita dai nomi di moltissime popolazioni e da altrettante conquiste. Diversi sono stati i nomi che, nel corso della sua storia millenaria, sono stati attribuiti alla terra compresa entro i confini dell’attuale Stato d’Israele; il toponimo che verosimilmente rappresenta la più antica denominazione è Canaan.
Eretz, vuol dire “terra” in ebraico, ma oggi è anche il titolo della mostra di Nicole Blau, un richiamo alla terra amata e sognata dagli ebrei. L’esposizione, promossa con il patrocinio del Comune di Nardò e in collaborazione con Tic Tac (Talenti Innovativi Creativi Territorio Arte Cultura), racconta di Canaan, la “Terra Promessa” degli Ebrei che, in seguito, verrà a coincidere – dal punto di vista geografico – con la “Terra Santa” della tradizione cristiana; nella Bibbia la terra è già chiamata Israele.
Ma la mostra della Blau, rappresenta qualcosa in più: “eretz” è anche la terra di tutto il popolo salentino, grazie alla ricchezza e generosità del Salento, luogo dove hanno trovato rifugio molti profughi.

Sono immagini intense e ricche di emozioni quelle che trasmettono le opere di Nicole Blau, in mostra presso il museo della Memoria e dell’Accoglienza di Santa Maria al Bagno, a Nardò.
Questo luogo racchiude la testimonianza reale del passaggio a Nardò, tra il 1943 e il 1947, di circa 150mila ebrei: le conseguenze politiche, sociali e culturali causate da questo esodo di profughi che trovarono un rifugio temporaneo a Nardò, sono tutte racchiuse tra queste mura.

Nicole Blau, è una pittrice ebrea newyorkese che dal 18 luglio al 30 agosto 2013 esporrà la propria testimonianza: dopo anni di discriminazioni, i profughi ebrei giunsero in Salento, dove ebbero non solo un sostegno economico e un alloggio, ma anche un processo di riabilitazione morale, intellettuale e professionale; i profughi ebrei scampati alla Shoah, volevano rifarsi una nuova vita in Eretz Israel.

Per info:
Museo Della Memoria E Dell’Accoglienza
Lungomare Alfonso Lamarmora
Santa Maria al Bagno, Nardò (LE)
Tel. 0833-838308
Orari dell’evento: 19:00 – 22:00

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *