Escursioni naturalistiche in Puglia, de Ti raccontiamo la natura

Obiettivo di “Ti raccontiamo la natura” è quello di fare dell’escursionismo un’occasione per imparare a “leggere” il territorio in tutti i suoi aspetti: osservare in maniera rispettosa gli animali nel loro ambiente naturale, riconoscerne le tracce e non lasciarne, capire cosa sta dietro i nomi dei fiori e degli alberi, leggere i segni lasciati dal tempo e dall’uomo.

Guide escursionistiche naturalistiche abilitate e guide esclusive, porteranno appassionati naturalisti, biologi e architetti, ma anche semplici cittadini profondi conoscitori dell’ambiente della Puglia, in varie escursioni di facile percorribilità e adatte a tutta la famiglia.
Continua quindi l’impegno del centro di educazione ambientale “Ophrys” e del centro studi e didattica ambientale “Terrae” nel far conoscere gli angoli più belli del Parco Nazionale dell’Alta Murgia e delle aree protette regionali.

Ben otto escursioni sono state organizzate grazie al patrocinio dell’assessorato alla cultura del Comune di Ruvo di Puglia: alcune di queste escursioni sono totalmente gratuite, per le altre invece è richiesto un contributo associativo.
I terreni d’azione fissati per queste escursioni sono molteplici: escursionismo vero e proprio, visite ai parchi naturali e alle aree protette, visite ai giardini botanici pugliesi e ai musei di scienze naturali. Il tutto legato alla conoscenza, allo svago, ad una ritrovata armonia con la natura e alla fruizione consapevole e rispettosa di tutti gli ambienti.
La prima escursione è fissata per il 15 settembre e rientra nell’organizzazione collaterale del “Talos Festival 2012”: un’escursione da non perdere tre natura e musica durante la quale si visiterà lo Jazzo del Demonio, il bosco di Scoparella, e il canale dell’Acquedotto Pugliese. Un occasione unica grazie anche all’intervento musicale della violinista Natalia Abbascia.

Sicuramente l’escursione più interessante è quella del 1° novembre 2012, presso il Parco Nazionale del Gargano, da dove si raggiungerà la necropoli di Monte Saraceno a Mattinata, e infine l’abbazia di Pulsano e Monte Sant’Angelo.
L’abbazia di Pulsano è arricchita da numerosi i eremi, in alcuni casi costituiti da una semplice grotta, lungo la parete scoscesa del fianco del vallone, in altri invece da piccole costruzioni solitarie su dirupi impervi. Gli eremiti che abitavano queste celle erano senz’altro in comunicazione tra di loro, dal momento che alcuni di questi eremitaggi erano dedicati alla vita comunitaria e al lavoro collettivo; inoltre sarà affascinante notare come i vari eremi siano collegati da una rete viaria di sentieri e scalinate, nonché da una vera e propria “rete idrica” di canali scavati nella roccia per convogliare le acque in cisterne.
I percorsi si snodano in una delle zone più ricche di verde e di oliveti sconfinati della regione. Inoltre sarà facile ammirare, in una natura ancora intatta, i boschi misti ricchi di ornelli, frassini, olmi, agrifogli, castagni, aceri, querce, faggi.
Nel Parco Nazionale del Gargano si ritrovano habitat unici nel loro genere: dalle fitte ed estese foreste alla macchia mediterranea, dai grandi altipiani carsici alle ripide falesie sul mare, con grotte, valli boscose che scendono verso il mare, lagune costiere, colline e pianure steppose.
La flora risulta, dunque, molto varia e particolare: si contano circa 2.200 specie botaniche a causa del microclima particolare in cui alcune essenze vegetali riescono a vivere in condizioni non riscontrabili in altre parti d’Italia e del mondo: faggete all’interno e sul versante nord, pinete di Pino d’Aleppo lungo le coste, grandi estensioni di macchia mediterranea, senza contare i querceti dove abbondano cerri e lecci.
“Ti raccontiamo la natura” intende dare un contributo attivo ai processi educativi che portano ragazzi e adulti a comprendere la necessità di elaborare strategie per lo sviluppo sostenibile e la salvaguardia delle risorse naturali e ambientali della Puglia.

Le altre iniziative sono previste per le cale di Polignano a Mare e il suo centro storico, per il Santuario rupestre di San Biagio ad Ostuni, per la lama della Ferratella a Ruvo di Puglia, per il Tratturello Regio e lo Jazzo del Termite a Ruvo, per il Pulicchio di Gravina di Puglia.  “Ti raccontiamo la natura” propone dunque una vacanza culturale, alternativa, a contatto con la natura: pochi luoghi possiedono, come la Puglia, un così importante patrimonio storico, artistico e culturale, immerso in ambienti naturali di straordinaria bellezza.
Col programma “Ti raccontiamo la natura”, preziosissimi saranno i consigli di una vera guida pugliese che conosce i molteplici aspetti di questa regione, piccola ma di grande fascino, che conserva orgogliosamente le proprie tradizioni.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *