Festa del vino a Orsara

Molte sono le manifestazioni popolari che nel coso dei secoli hanno voluto celebrare ed esaltare i prodotti della terra, generalmente accompagnate da riti propiziatori o religiosi. A questo proposito degne di menzione sono le “vinarie” (dal latino “Vinalia”), che i romani celebravano il 23 aprile, quando si cominciava a bere il vino della stagione precedente, e il 19 agosto quando l’uva cominciava a maturare.
Da decenni ormai Orsara di Puglia festeggia l’arrivo della bella stagione con un prodotto eccellente di queste terre, l’uva, e la festa prende il nome di “Festa del Vino”. Si tratta della tradizionale festa dell’estate, organizzata dalla Proloco di Orsara insieme al Comune e alle varie cantine, e con il contributo di istituzioni, sponsor e associazioni locali.
La festa vuole valorizzare il territorio e il suo prodotto principe: il vino.  Chi ha conosciuto fin dalla sua nascita la Festa del Vino di Orsara, sa bene che questa suscitò presto un entusiasmo popolare tale da non trovare l’uguale in altre manifestazioni in tutta la Puglia.

Una singolare “Galleria Enogastronomica Orsarese”, organizzata da Comune e Proloco di Orsara di Puglia, sarà una vetrina di tutte le migliori produzioni vinicole e dei sapori tipici di questa terra. Qui ad Orsara infatti la coltivazione della vite era praticata con altre colture agricole fino al XVI secolo, ma da questo periodo in poi divenne la coltura principale, se non l’unica, dalla quale la popolazione traeva il principale mezzo di sostentamento.  La popolazione ne andava orgogliosa perché la coltura della vite, nelle fertili campagne pugliesi bacite dal sole, rendeva molto di più dell’agricoltura in genere e della pastorizia.

In occasione della festa, ciascuna tipologia di vino sarà abbinata a una piazza: ci saranno la Piazza dei Vini Rossi, quella dei bianchi e la Piazza dei Vini Rosati. Si potranno gustare uno splendido Aleatico di Puglia (dolce naturale, oppure liquoroso), un Rosso Canosa prodotto nella provincia di Barletta-Andria-Trani, un
Rosso di Cerignola prodotto nella provincia di Foggia, un Alezio (sia riserva, sia rosato, sia rosso) prodotto nella provincia di Lecce, un particolare Cacc’e mmitte di Lucera prodotto nella provincia di Foggia, il Castel del Monte (Bianco da Pinot Nero, Bombino Nero, Cabernet), un Primitivo di Manduria (normale, liquoroso dolce naturale e liquoroso secco) prodotto nelle province di Brindisi e Taranto, un Rosso di Cerignola riserva, il Salice Salentino prodotto nella province di Brindisi e Lecce, il Copertino (rosato o rosso) prodotto nella provincia di Lecce, e tanti altri.

Questa festa viene celebrata con entusiasmo da tutti, grandi e piccini. La cittadina viene trasformata in un vigneto con i classici tinelli, gli arnesi e le attrezzature da lavoro, con i filari di viti, alberi ed animali da cortile. I vicoli e le piazzette cambiano letteralmente aspetto; la gente è orgogliosa di mostrare alla folla degli ospiti il suo tesoro più bello. Nelle piazze principali verranno eretti, monumenti allegorici inneggianti all’uva e al vino.
Si potrà approfittare per visitare la suggestiva Chiesa dell’Annunziata dalle origini antichissimee fornita di preziose opere d’arte. Sicuramente si potrà fare un salto anche al Palazzo Baronale e al Palazzo Ducale, splendidi edifici storici. Infine non potrà mancare una visita al Museo Diocesano contenente  numerosi oggetti sacri.

Alla manifestazione hanno aderito numerosi ristoratori locali e il Consorzio dei Produttori Orsaresi, per cui anche nei ristoranti si potranno sorseggiare i vini, accompagnati dalle specialità culinarie della zona.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *