Festa della Madonna del Miracolo in Salento

Festa della Madonna del Miracolo in Salento, 17-2-2013, Taviano

Il miracolo è al centro di questa affascinate festa folkloristica che si svolge in Salento la terza domenica di febbraio, quest’anno il 17 Febbraio 2013.
Un tempo la corruzione ecclesiastica, aveva fatto dei Salentini quel popolo di credenti anti-clericali, anche se nel passato le chiese erano state considerate un gioioso punto di incontro e di scambio, quasi di festa; in questa atmosfera religiosa superficiale e folcloristica le profezie e i miracoli abbondavano in ogni angolo della Puglia ad alimentare credenze popolari che avevano vita lunga, talvolta fino ad arrivare ai nostri giorni.
Alcune di queste credenze sono rappresentate dai miracoli operati dalla Madonna del Miracolo a Taviano.

La Chiesa dove il 17 Febbraio 2013 i fedeli si riuniranno in preghiera, che conserva l’originario stile barocco e le campanate a vela, presenta all’esterno un maestoso campanile, su cui sono state collocate tre campane, e un suggestivo gruppo marmoreo raffigurante la Crocifissione.
Dal 1952 la chiesa é stata eletta Parrocchia ed elevata a Santuario: qui si venera la Madonna Addolorata, sotto il nome di “Madonna del Miracolo”, da sempre oggetto di grande devozione da parte dei Tavianesi, per vari motivi.
Oggi si conferma una delle mete più ambite del turismo religioso in Salento, grazie appunto ai miracoli narrati dalle leggende popolari.
Nel 1866 una forte epidemia di colera coinvolse il Salento e molti Tavianesi abbandonarono il paese, mentre i malati rimasero affidati alle cure dei pochi rimasti; alcune persone decisero di recarsi al Convento e invocare la Madonna Addolorata e si assistette alla fine del contagio.
Fu un’epoca, quella, di frequentissimi miracoli della Madonna, come testimoniano i tavianesi; anche le numerose visioni miracolose dimostravano un’aumentata richiesta di religiosità alla quale però corrispondeva una sfiducia quasi totale nel clero e nelle sue istituzioni.
In seguito, nel 1894 una epidemia di meningite si diffuse rapidamente a Taviano e ancora una volta, la popolazione ricorse alla Madonna Addolorata: la terza domenica di febbraio del 1894 si recarono al Convento, forzarono l’ingresso con zappe e picconi, presero la statua della Vergine e la portarono in processione per le vie del paese: fu ancora una volta miracolo, le morti cessarono, l’epidemia si fermò.

Si assistette a quel punto a un infittirsi di festività e culti, miracoli e rivelazioni, in un rinnovato ossequio alla Chiesa, all’insegna di un moralismo e di un timore del nuovo: mese mariano, rosari collettivi, culto del Sacro Cuore.
La fede popolare verso la Madonna del Miracolo a Taviano proseguì nel 1954, quando la proposta di dotare la statua di una corona d’oro, ebbe l’entusiastica approvazione dell’intera cittadinanza; in poco tempo venne raccolto l’oro occorrente per la fusione: la corona venne affidata all’opera del napoletano Catello, e fu realizzata interamente con l’oro donato dai tavianesi.
Inoltre, quando nel 1970 venne rubato il tesoro della Madonna, i tavianesi donarono beni personali per ricostruire il tesoro, simbolo a questo punto, della fede di tutto il popolo.

La devozione mariana a Taviano è concepita come la via più efficace per inserirsi nel mistero della Trinità di Dio e della redenzione operata da Gesù. Il motivo fondamentale di molti pellegrinaggi, delle festa di febbraio, delle prolungate preghiere e delle offerte dei credenti, diventa l’invocazione della potente intercessione della Madonna per ottenere la misericordia di Dio.
La chiesa della Madonna del Miracolo si è trasformata nella chiesa mariana più famosa e visitata del Salento, e i pellegrinaggi assumono una loro specifica caratteristica soprattutto in occasione della festa: la processione celebrativa dimostra che la devozione dei tavianesi alla Madonna del Miracolo non è un atto formale di religiosità, ma adesione piena ad una fede antica.
Le varie leggende, i miracoli, le grazie concesse dalla Madonna di Taviano, contribuiscono a conferire a questo luogo di pace e di preghiera una luce affascinante e misteriosa, che spinge ormai da molti secoli numerosi fedeli in devoti pellegrinaggi.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *