Festa della SS. Vergine Assunta a Vitigliano

Le affascinanti e suggestive case a corte di Vitigliano,  in pieno centro storico, sono una testimonianza unica dell’antichità di questa bella cittadina, e appaiono maestose e interessanti per la storia di vita che sicuramente racchiudono.
E’ in un tal contesto che una festa molto sentita, quella della Vergine Assunta, si svolge ogni anno, seguita da centinaia di fedeli e curiosi. Tra le tradizioni popolari che hanno luogo a Vitigliano sicuramente questa è la più importante e la più sentita dalla cittadinanza tutta, perfino dai Vitiglianesi che per un motivo o per un altro hanno dovuto lasciare la cittadina emigrando all’estero.
Si tratta quindi della principale festa religiosa di Vitigliano; i racconti storici riportano numerose testimonianze di questa festa, fin dall’antichità.
Il patrimonio architettonico di Vitigliano è molto vasto, e vi si trovano importanti monumenti preistorici, la chiesa parrocchiale, la chiesa di San Rocco, la chiesa dello Spirito Santo, la chiesa della congregazione dell’Addolorata, il palazzo Ciullo, semplice e lineare nella sua facciata impreziosita dalla lunga balconata in pietra leccese.
La celebrazione dei Santi Patroni, la Vergine Assunta e San Rocco, ha sempre rappresentato per Vitigliano un importante momento religioso e culturale della sua vita sociale: la festa comincia fin dal 15 agosto, perno della stagione estiva, mentre le due date successive, relative ai festeggiamenti veri e propri,sono il 20 e il 21 Agosto.

Le feste, anche quelle religiose, quando esprimono rappresentazioni espropriate alla Chiesa, dal popolo che le ha poi gestite, riconducono ancora al passato, per quella veicolarità propria delle tradizioni.
La festa in onore della Vergine Assunta, coinvolge autorità civili e religiose, impegnate a ricostruirne gli aspetti e i momenti, ma coinvolge emotivamente il popolo, che fraziona le celebrazioni nei quartieri, a modo suo ed a modo degli avi.
Il rapporto popolo–Madonna produce una ritualità diversa, perché rivisita puntualmente una dipendenza dal sovrannaturale, in una terra bisognevole di particolari soluzioni ad angosce esistenziali. Sopravvivono, cioè, le tradizioni greche della protezione degli dèi.
I festeggiamenti per la Vergine Assunta chiudono la grande stagione estiva delle ricorrenze popolari religiose di Vitigliano ma l’arrivo delle giostre e delle bancarelle nell’area della piazza principale, renderà gioiosi ed allegri questi giorni di festa.
Gli stand verranno montati a partire dalle ore 14 del 15 agosto 2012, e ci saranno misure restrittive per ciò che concerne la circolazione veicolare e la chiusura al traffico.

All’alba del primo giorno di festa a Vitigliano il tradizionale sparo di fuochi e la banda del paese, daranno il via ai festeggiamenti, e la Santa Messa alle ore 19,00 aprirà le celebrazioni liturgiche, che vedono nella concomitante processione, l’immensa devozione alla Vergine Assunta.  Particolare è la successione dell’uscita dalla chiesa di San Michele: in questo primo giorno, l’onore di uscire per ultimo accompagnato dalla banda è per la Madonna Assunta.
A guidare i devoti per le vie illuminate dalle luci delle case, accese in segno di venerazione, è la Fratellanza, una confraternita di persone pie votate alla preghiera e agli uffici caritatevoli.
A metà percorso, e precisamente “sutta u puzzu” tradizonalmente la processione si ferma per uno spettacolo pirotecnico senza pari, ammirato e seguito da tantissime persone giunte da ogni dove.
Con il ritorno in chiesa, si potrà assistere alla suggestiva predica rivolta alla figura della Madonna.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *