Festa di San Teodoro

Il 9 Novembre di ogni anno, rappresenta un grande evento per la bella cittadina di Torrepaduli, nel cuore del Salento. Anche se all’ombra di Ruffano di cui è una frazione, Torrepaduli mantiene sempre la propria identità, sviluppando usi e costumi caratteristici.  Quando, fino all’inizio degli anni cinquanta, il centro del paese era rappresentato dalla piazzetta e il resto era costituito da poche case sparse, abitate prevalentemente da famiglie di pescatori, gli usi e i costumi del paese venivano dettati dal rispetto per le tradizioni antiche, ma spesso anche dal bisogno, dalle necessità e dalle privazioni che segnavano quotidianamente la vita degli abitanti di Torrepaduli; oggi Torrepaduli non deve più offrire ospitatlità alle popolazioni sparse per la campagna circostante, esposte alle scorrerie dei predoni, ed è un luogo tranquillo, sereno, dove lo scorrere del tempo quasi non si avverte.

Torrepaduli dedica in novembre un giorno di festa a San Teodoro, sempre tanto amato e venerato con grande concorso di popolo: è nella cattedrale di Brindisi che sono conservate da circa 800 anni le spoglie di San Teodoro, un valoroso soldato romano martirizzato all’inizio del IV secolo per essersi rifiutato di adorare le divinità pagane. In una società militarizzata come quella medievale nell’ambito del Salento, Teodoro venne fatto oggetto di una venerazione senza eguali e ricevette i più alti onori: gli imperatori  lo elessero patrono del proprio esercito, lo invocarono regolarmente prima delle battaglie e gli intitolarono in segno di riconoscenza chiese e città. Cosicchè anche a Torrepaduli, cittadina frequentemente vittima delle scorribande dei predoni, San Teodoro da sempre è stato spesso invocato.

Oggi la cittadina gli dedica una suggestiva processione che si estende per le vie del paese, richiamando fedeli da ogni dove. Una volta all’anno San Teodoro ritorna tra i suoi devoti nel giorno del trionfo della fede, il giorno della grande gioia, il giorno del ringraziamento, del grande incontro del Santo con i fedeli, accompagnato dalle note del concerto bandistico Città di Ruffano.
San Teodoro sembra quasi ritornare tra i suoi devoti, si fa uno di loro, loro fratello, loro protettore, loro compagno, loro amico, loro guida.

In serata, numerosi stand arricchiti col frutto più tipico della stagione, la castagna, la presenteranno preparata in tutte le maniere. Colori, profumi, sapori: questi sono i contorni della sagra a Torrepaduli, tra banchetti gastronomici, e degustazioni di prodotti a base di castagne, per trascorrere una serata in allegria e riassaporare profumi e sapori antichi.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *