Fiera dei Campanelli a Maglie

Il campanello da sempre è un simbolo per il popolo del Salento. Nell’antichità quando la musica accompagnava e avvolgeva tutta la vita dell’uomo, già erano presenti oltre a varie trombe, corni e flauti, anche i campanelli. Sempre nell’antichità lo indossavano i malati contagiosi per segnalare la loro presenza.
Oggi i campanelli sono i protagonisti indiscussi della tradizionale Fiera dei Campanelli che circonda il Santuario della Madonna Addolorata a Maglie. Si tratta di campanelli artigianali, preziosi e dal suono sempre diverso, esposti in una eccezionale e notissima fiera che contagerà anche i più tiepidi tra i vistatori, che si faranno prendere dall’assordante allegria.

Questi strumenti per tradizione un tempo venivano utilizzati il Giovedì Santo, quando le campane rimanevano in silenzio fino alla Messa della Domenica di Pasqua, ed i bambini giravano nelle strade suonando i campanelli per ricordare l’orario delle funzioni religiose.

I campanelli di Maglie richiamano l’attenzione, stimolano l’immaginazione: la ricorrenza è uno degli eventi più sentiti dai devoti salentini, anche perchè, detta “Fiera dell’Addolorata”, tradizionalmente precede la Domenica delle Palme: nel 2012 inizierà il pomeriggio del 29 marzo per proseguire fino alla sera inoltrata del 30.
Dalla mattina il viale che dalla Piazza Tamborino porta al Santuario dell’Addolorata, e che un tempo segnava il confine della cittadina pugliese,  si riempie di bancarelle che espongono i simboli di questa festa, le campanelle di terracotta, insieme ai fischietti di varie forme, ai tradizionali “panarini” (cestini di vimini intrecciati), e alle “trozzule”, i classici arnesi in legno fatti per fare rumore.

Artigiani provenienti da tutta la provincia esporranno campanelli in una mostra bellissima in cui sfileranno, in una sorta di raffinata messa in scena, campanelli semplici, campanelli a forma di donne tornite, campanelli a forma di sbuffi di nuvole, a forma di animali o di clown e pierrot, a forma di barche che veleggiano.
Tante saranno dunque le matrici figurative presentate dagli artigiani per il 2012, che, come novità,  guarderanno con attenzione anche alle esperienze contemporanee.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *