Fiera del bestiame in onore dei SS Pietro e Paolo

Ogni anno a Tricase, il 29 giugno ricorre la Fiera dei Santissimi Pietro e Paolo: la tradizione racconta che i due santi fecero tappa in Salento durante i loro viaggi di evangelizzazione. San Pietro, nel viaggio da Otranto a Taranto, si fermò nel podere “Pisanello” in contrada San Vito e qui trovò riposo su una grossa pietra che attualmente viene custodita nella Chiesa Matrice di Galatina. L’apostolo Paolo fu ospitato da un religioso nella propria casa, dove poi venne edificata una cappella. Si tratta di due apostoli e due personaggi diversi, ma entrambi fondamentali per la storia della Chiesa del primo secolo, così come nella costruzione di quelle radici dalle quali si alimenta continuamente la fede cristiana.

Stand gastronomici e musica accompagnano tutto lo svolgimento di questa festa religiosa e civile, ma è la fiera del bestiame che si tiene in questa occasione a Tricase, ad essere meravigliosamente accattivante. Il tradizionale appuntamento di orgine contadina di fine giugno con gli animali e le contrattazioni dei negozianti, si terrà sui grandi campi alle porte della ridente cittadina salentina. Saranno presenti gli allevatori di Tricase, dell’intero Salento e anche di altre zone della Puglia, oltre alle autorità cittadine e a un folto pubblico.

Gli allevatori, anche se numericamente inferiori a quelli di un tempo, la organizzano principalmente a fini commerciali e professionali: passerella di oltre un centinaio di capi tra bovini-caprini-ovini, scambi di opinioni, serrate contrattazioni e affari.
Tenere scene di vitellini che poppano, agnellini che belano e caprette curiose allieteranno i turisti visitatori, in particolar modo i bambini.
A mezzogiorno gli stan gastronomici poffriranno le prelibatezze culinarie tipiche del Salento, per accontentare i palati anche pèiù esigenti.

La festa in onore dei Santi, diventa in questa occasione di fine giungo, in pienastagione turistica, la consacrazione della vita dei campi, con i “prodotti” del pascolo delle vallate salentine portati in fiera e offerti agli occhi e al palato di tutti. Chi non ama, infatti, il buon latte caldo, la panna, la ricotta, il mascarpone, il formaggio, il burro. Un’occasione, anche, per rinsaldare i rapporti antichi e fattivi tra una parte ancopra legata alle antiche tradizioni del Salento, e la parte moderna legata al turismo.
Tutto ciò grazie agli allevatori, ma anche e soprattutto al Comune di Tricase senza l’aiuto del quale la manifestazione languirebbe. Come non sarebbe quella che è, se non vi dedicasse passione e immaginazione l’intera cittadina.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info {IMU_468_60}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *