Figuras, in teatro

Per la regia di Pasquale D’Attoma, al Teatro Norba di Conversano verrà rappresentato “Figuras”, uno splendido spettacolo basato sul tango, che vedrà una eccellente Barbara Certini, nei panni dell’insegnante Salima, avere a che fare con l’allievo Julian (interpretato da Giandomenico Antonio Ledda). Il tango è la danza della seduzione, della sensualità e dell’amore, una danza a tratti drammatica,  in cui Salima e Julian sembrano conoscersi e riconoscersi.

La compagnia “Marienbad” che mette in scena questo singoloare spettacolo, è un’associazione culturale-teatrale, con sede a Conversano. Fondatore e regista della compagnia è lo stesso Pasquale d’Attoma: formatosi come attore nel gruppo di Orazio Costa, ha studiato con Eros Pagni, Giancarlo Sepe e Sergio Fantoni,  e i nuovi marestri hanno aggiunto una freschezza maggiore alla sua arte, che è sostenuta dalla tradizione del teatro pugliese e che continua a evolversi.
Ma è l’incontro col maestro Giorgio Albertazzi che ha indirizzato D’Attoma alla regia. E a Conversano presenterà questo capolavoro della musica sensuale, un inevitabile e magnifico traguardo raggiunto dopo anni di lavoro.

D’Attoma ha insegnato in laboratori teatrali, sia in scuole pubbliche che in strutture private, e oggi ha finalmente fondato la sua compagnia, la Marienbad, che si esibirà nell’attesissima “Figuras” che grazie all’inserimento di passi di danza si arricchisce anche di un forte significato culturale che permea non solo la trama della commedia, ma anche le movenze del corpo, la musica e le canzoni che lo accompagnano sul palcoscenico del Teatro Norba.

La commedia è ambientata a Buenos Aires, in una milonga. Arrivano Raìz e Libertad. e i quattro personaggi cominciano a raccontare mentendo, ognuno la propria vita. Intanto si susseguono i tanghi, balli di coppia per eccellenza, in cui non prevalgono né l’uomo né la donna: il senso è tutto nella fusione, nella sintonia, nella comunicazione dei corpi, nelle energie che si mescolano, nei respiri che si sincronizzano ai passi, nel contatto intenso e sensuale.
Un libro lasciato in aeroporto e un naufragio, sembrano legare indissolubilmente i quattro protagonisti, mentre la danza viene liberamente lasciata all’improvvisazione. Fino a che nella notte, non arriva Madreselva, uno spettro che interrompe le danze e fa rivelazioni.
All’arrivo dell’alba, pare possa finalmente esserci una rinascita.

Per info:
Teastro Norba
p.zza Repubblica 10 – Conversano (BA)
Tel: 080 4951489

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *