Fiorella Mannoia a Bari

Il Teatro Petruzzelli ancora una volta si rende protagonista di un grande evento musicale: il concerto della famosissima Fiorella Mannoia  che nel 2012 cambia immagine e gestualità diventando ancor più sensuale ed elegante. Anche la sua voce abbandona il registro di cantante dura, e diventa più dolce e i fans pugliesi attendono con ansia il momento dell’esibizione di un’artista che ha cantato con Fossati, con Bertoli, con Barbarossa e Bindi; che ha diviso il palcoscenico con Ruggeri, Dalla e Ron; che molti hanno applaudito nei capolavori di Chico Buarque De Hollanda o di Caetano Veloso. Essere fan di Fiorella Mannoia significa emozionarsi con ogni sua singola canzone, provare quello che prova lei mentre la canta, e a Bari non mancheranno le centinaia di persone giovani e meno giovani che da sempre ammirano e stimano la cantante.

La Mannoia esordì come cantante a Castrocaro nel 1967, e al Disco per l’estate nel 1969. Ma solo nel 1974 nacque la canzone “Caffè nero bollente”: con questo brano rock partecipò al Festival di Sanremo 1981, e fu il suo primo successo, seguito da “E muoviti un po”.
A Bari il suo stile passerà dalla rabbia alla dolcezza, presentando vecchi successi come “Il posto delle viole”, “Non si possono correre rischi”, “Torneranno gli angeli”, “Come si cambia”, una bella canzone, quest’ultima, che gli conquistò all’epoca la simpatia del pubblico.

Quando al Festival di Sanremo 1987 Fiorella Mannoia cantò “Quello che le donne non dicono” (scritta da Ruggeri e Schiavone) ebbe il Premio della critica, l’ottavo posto in classifica, e l’ingresso in hit parade. Nel 1988 l’incantesimo venne ripetuto: l’interpretazione dell’elegantissima “Le notti di maggio”, scritta da Fossati, colpì pubblico e critica.La sua tournée 1989-90, che ebbe successo anche in Germania, la impose come una delle migliori interpreti europee.
Negli anni 90, si aprì alla collaborazione delle nuovissime generazioni cantautorali, da Daniele Silvestri a Gianmaria Testa e al gruppo degli Avion Travel, da cui nacquero cinque album, tutti di successo: “I treni a vapore” (1992), un album antologico intitolato “Le Canzoni” (1993), “Gente Comune” (1994), “Belle Speranze” (1996) e il recentissimo “Certe piccole voci”.

Questa primadonna dai capelli rossi che riempie i teatri italiani più importanti e occupa con disinvoltura i primi posti della hit parade, a Bari presenterà il nuovo album “Sud” che dedica a tutti i meridioni del mondo. “Quando l’angelo vola” e tutto l’album sono dedicati a Thomas Sankara, presidente del Burkina Faso assassinato nel 1987 dopo avere tentato di modernizzare il suo paese, rifiutandosi di pagare il debito con l’occidente.
Ad accoglierla a Bari, centinaia di fans deliziati dalla sua voce e dalla forza della sua nuova opera discografica, che è una raccolta di canzoni che arrivano dritte al cuore per quello che sanno trasmettere; è in vendita già dal 24 gennaio 2012 e contiene 12 inediti a cui hanno collaborato diverse  star come Luca Barbarossa (che ha firmato il brano “Luce”) ed Ivano Fossati.  In particolare Ivano Fossati è autore delle musiche di “Se solo mi guardassi”, brano che segna peraltro un debutto come autrice della Mannoia, solitamente interprete di brani scritti da altri
L’album arriva a quasi 4 anni da “Il movimento del dare” (cui seguì nel 2009 “Il tempo e l’armonia”, disco di cover).

Teatro Petruzzelli
Bari
Info: 0836 574119

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *