Gallipoli e la Festa della Madonna del Carmine

La devozione spontanea alla Vergine Maria a Gallipoli, è stata man mano nei secoli ufficializzata sotto tantissimi titoli, legati alle sue virtù, ai luoghi dove sono sorti Santuari e chiese che ormai sono innumerevoli, alle apparizioni della stessa Vergine in vari luoghi lungo i secoli, al culto instaurato e diffuso da Ordini Religiosi e Confraternite.
Ma il culto per la Madonna del Carmine affonda le sue radici nei secoli precedenti la sua stessa nascita, perché il primo profeta d’Israele, Elia (IX sec. a.C.) dimorando sul Monte Carmelo, ebbe la visione della venuta della Vergine, che si alzava come una piccola nube dalla terra verso il monte, portando una provvidenziale pioggia, salvando così Israele da una devastante siccità.

A Gallipoli, il 15 e il 16 Luglio, si venera la Madonna del Carmine (o del Carmelo) ricordando quella immagine in cui la Madonna sul Monte Carmelo salvava dalla siccità: a Gallipoli, tutti i cristiani  hanno sempre visto la Vergine Maria, che portando in sé il Verbo divino, ha dato la vita e la fecondità al mondo.
All’epoca, un gruppo di eremiti costituì una cappella dedicata alla Vergine sul Monte Carmelo. I monaci carmelitani fondarono, inoltre, dei monasteri in Occidente. La Chiesa del Carmine di Gallipoli, sede della Confraternita di Maria Santissima del Monte Carmelo e della Misericordia, è una chiesa del centro storico disegnata da Vito Donato da Galatone, costruita tra il 1836 e il 1838.
L’interno, presso il quale i fedeli si radunano in occasione della festività, termina con un presbiterio, e sulla parete destra della chiesa si trova l’altare dedicato alla Vergine del Monte Carmelo, che ospita una tela con la sua raffigurazione.

La Madonna racchiude in sé tante di quelle virtù e titoli, nei secoli approfonditi nelle Chiese di Oriente ed Occidente con Concili famosi e studi specifici. Gallipoli appare particolarmente devota alla Madonna del Carmelo, tanto da dedicarle due giorni di festeggiamenti, durante i quali non mancherà una suggestiva processione che vede il coinvolgimento dell’intera comunità.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *