George Dandin, una commedia di Molière a Martina Franca

14-3-2014 #teatro #martinafranca #puglia

Una amara farsa di Molière che il regista Carlo Formigoni incastona in una cornice teatrale emblematica: questo sarà lo spettacolo che il 14 Marzo 2014 andrà in scena al Verdi di Martina Franca

George Dandin  Puglia

“George Dandin” resta ancora una commedia misteriosa e piena di fascino, in cui il povero contadino arricchito sposa una giovane nobile, ricevendone in cambio umiliazioni e tradimenti. Egli cercherà ostinatamente di mostrare ai suoceri l’indecorosa condotta della moglie, in un gioco nel gioco, in cui in realtà tutti sanno tutto, lui compreso; ma nonostante ciò non riuscirà a far valere la sua ragione.

Con la brillante partecipazione di attori del calibro di Salvatore Laghezza, Cilla Palazzo, Giancarlo Luce, Adriano Basile e Angelica Schiavone, George Dandin verrà punito in modo ironico e divertente durante tutta la vicenda per la sua ambizione. Ma Molière, al di sotto della simpatica trama, farà correre tensioni, illuminazioni, denunce sociali e politiche.

Il pubblico del Teatro Verdi, alla fine di questa rappresentazione, avrà ben chiaro il quadro che emerge: un quadro inquietante e, purtroppo, molto attuale. Da un lato sarà chiaro che non si può ottenere giustizia se non si è potenti, e dall’altro che le donne e la loro ansia di libertà, pagano sempre.

Formigoni mostra con abile maestria al pubblico di Martina Franca, che il teatro comico è ricco di personaggi che non sono veri e propri personaggi: creati dal genio di Molière, rimangono oscillanti tra un uomo e una caricatura. Nel cast, allora, si apprezzerà l’umanissimo Dandin e brillerà la verve comica di molti attori.
George Dandin, dispensando sorrisi ma anche l’amarezza dell’ingiustizia, mostrerà tutta la sua solitudine: un eroe negativo simbolo, nonostante la commedia sia sostanzialmente comica, di una vita amara.

Per info:
Teatro Verdi
P.zza XX Settembre, 5
Martina Franca TA
tel. 080-4805080

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *