Giornata delle Bandiere Arancioni a Orsara di Puglia

Domenica 14 ottobre 2012 in più di 100 borghi accoglienti d’Italia, certificati dal Touring con la Bandiera Arancione, si avvicenderanno visite guidate, degustazioni, attività ed eventi coinvolgenti, gratuiti ed aperti a tutti.
Tra questi paesini speciali certificati dalla Bandiera Arancione, marchio di qualità turistico-ambientale, c’è Orsara di Puglia
Il toponimo della ridente cittadina pugliese, potrebbe derivare da “ursus” nel senso di “luogo degli orsi”. Sorta in epoca medioevale, per la sua posizione fu scelta, nel 1200, come sede dall’ordine spagnolo dei Cavalieri di Calatrava. Oggi Orsara è uno dei centri del culto di San Michele Arcangelo, patrono cittadino fin dalla dominazione dei Longobardi.

Oggi Orsara è uno dei comuni insignito della Bandiera Arancione. L’iniziativa delle Bandiere Arancioni, è nata nel 1998, e a mano a mano si è sviluppata, arrivando a coprire tutte le regioni d’Italia, dalla Valle d’Aosta alla Sicilia. L’iniziativa, presente per la prima volta nel 2012 anche ad Orsara, intende stimolare la crescita sociale ed economica delle realtà locali attraverso lo sviluppo sostenibile del turismo.
Gli obiettivi che il Touring si è dato, nel far crescere la rete delle località Bandiera Arancione sono infatti la valorizzazione delle risorse del territorio, lo sviluppo della cultura dell’accoglienza, la promozione delle attività artigianali e delle produzioni tipiche, l’impulso all’imprenditorialità locale e il rafforzamento dell’identità locale.

Ad Orsara saranno possibili diverse iniziative: una visita guidata al complesso Abbaziale, alla Grotta di San Michele, alla Chiesa dell’Annunziata; inoltre saranno aperti al pubblico il  Museo Lapideo e Fontana Nuova; interessanti saranno le visite al Portone del Giudice, e al suggestivo centro storico, previste in orari determinati, sia mattutini che pomeridiani.
Si potrà ammirare tutto il fascino di un luogo abitato da sempre, dove è facile ripercorrere la storia dell’Uomo dal paleolitico fino ad oggi, dai villaggi neolitici al vasto tessuto urbano della cività.
Le oltre 120 chiese rupestri con affreschi bizantini fanno di questo posto un habitat unico ed irripetibile, dove l’Uomo ha saputo utilizzare le scarse risorse del territorio senza distruggerlo, ma integrandosi con esso.

Orsara di Puglia è immersa tra i Monti Dauni Meridionali. La cittadina è attorniata da boschi e il suo territorio è solcato dal torrente Cervaro e dal suo affluente, Sannoro. Un giro nel centro storico di Orsara di Puglia è un’occasione per scoprire angoli di forte suggestione, minuscole piazzette e luoghi dove la fragranza di certi alimenti si coglie annusando l’aria: come gli antichi forni che propongono un pane noto in tutta la regione
Una visita guidata al forno a paglia del 1526, sarà proposta in occasione della Giornata delle Bandiere Arancioni.
Inoltre è prevista anche una visita guidata alla cantina vitivinicola di Peppe Zullo, che accoglierà i curiosi e gli appassionati di vino e dove sarà possibile degustare vini e lasciarsi condurre in ricercati abbinamenti con i piatti tipici della cucina pugliese.

Interessanti saranno anche le escursioni al laboratorio di pasta fresca e al laboratorio di lavorazione di cesti in vimini:  se ne troveranno di qualsiasi grandezza, forma e colore anche perché se ne possono fare usi più disparati, ad esempio possono essere utilizzati come contenitori di piante, di frutta, oppure spesso vengono utilizzati per creare confezioni regalo riempendoli di svariati generi alimentari.

Un mosaico di iniziative e gesti di benvenuto, quello di Orsara di Puglia, uno dei 191 comuni d’Italia a Bandiera arancione. Cittadina inserita nella nuova edizione della guida Borghi accoglienti, distribuita gratuitamente nella versione cartacea nei Punti Touring e negli uffici turistici delle località Bandiera arancione, regalerà anche numerosissime attività dedicate ai bambini come la visita alla masseria didattica, dove sono previsti vari laboratori: “Impariamo a fare, viaggio di un chicco di grano” in cui si passerà dall’impasto della farina con l’acqua, alladegustazione dei prodotti realizzati; interessanti anche il “Laboratori di Intrecci” in cui si assisterà alla realizzazione ceste di vimini; molto suggestivo il lavìboratorio dedicato alla “Zampogna dei Montio Dauni e suoni popolari”.

Il Comune di Orsara sarà lieto di offire ai partecipanti, fino ad esaurimento scorte, un “sacchetto della qualità” con materiale informativo sul territorio e un prodotto distintivo della località.

Orari visite:
mattino, alle ore 9.30 e alle ore 12.00;
pomeriggio ore 15.30.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *