Gravina e La Vera Storia di Babbo Natale

Gravina e La Vera Storia di Babbo Natale, 21-12-2012, ore 17.30 e 19.30, Gravina in Puglia (Bari)

Babbo Natale come è noto, si veste con un abito ed un cappello di color rosso bordato da una pelliccia bianca, porta i regali a tutti i bambini buoni del mondo con la sua slitta trainata da renne, entra dal camino per lasciare i doni sotto l’albero addobbato per l’occasione. Alle Officine Culturali di Gravina verrà raccontata la “Vera Storia di Babbo Natale”, in una leggenda che ha inizio molti e molti anni fa, col culto di San Nicola di Mira, personaggio cristiano appartenente alla tradizione medioevale.

Questa bellissima iniziativa che caratterizzerà il Natale 2012 di Gravina, si lega alla attività di promozione della lettura delle Officine Culturali, attraverso un tipo di lettura particolare che è quella scenica e che ha in sè qualcosa di teatrale.
La storia di Babbo Natale con lettura scenica, declinata appositamente per un pubblico di giovanissimi, permetterà di scoprire Babbo Natale da un nuovo punto di vista, da dove nasce il suo mito, da dove proviene la sua leggenda e come è arrivato fino a noi.
Un pizzico di verità, da cui è nata la leggenda di questo omino dalla lunga barba bianca, mista alla fantasia:  in quest’ottica, praticare la lettura scenica significherà essere consapevoli della specificità dell’arte teatrale, senza limitarsi alla illustrazione di un testo, ma utilizzando i diversi elementi che concorrono all’evento spettacolare: la scena, lo spazio, il suono e la parola, i rumori e la musica, il gesto, gli oggetti.

Il nome americano di Babbo Natale è Santa Claus, ovvero San Nicola, i cui miracoli erano noti in tutto il mondo; santo protettore di bambini, allontanato dalle chiese e dalle rappresentazioni sacre, San Nicola cominciò a portare regali in molte zone europee
Quando le navi degli emigranti, soprattutto olandesi, partirono per le Americhe, portarono con loro la tradizione di riti e credenze legati a San Nicola, la cui figura si andava lentamente evolvendo nel Babbo Natale della Coca-Cola. Clement Moore, nel 1848 concluse il processo di americanizzazione, introducendo la famosa slitta trainata dalle renne.

Questo verrà raccontato nel laboratorio urbano, che per il Natale 2012 ha messo su il progetto “Rinnovare le Officine Culturali per riqualificare il territorio”, sostenuto dal programma Bollenti Spiriti della Regione Puglia. Perchè la storia di Babbo Natale è lunga e melensa, e fa tanti giri non solo nel mondo: tra secoli e importazioni, trasformazioni di nome, e sfruttamenti per pubblicità varie.

Verrà offerto anche un buffet di dolcetti, si potrà guardare un video e ascoltare la dolce musica natalizia. Leggende e storielle a parte, l’importante in questa serata sarà avere lo spirito giusto per vivere serenamente il periodo più bello dell’anno.
Babbo Natale lo si può immaginare vestito di rosso a bordo di una slitta, o come un vecchietto con un consumato mantello marrone, un bastone e una lanterna; ma la verità è che ognuno, ci creda o no, ha bisogno di sognare, e la magia del Natale è bello viverla ognuno come crede sia meglio: tutti hanno bisogno di sognare, e il Natale con i suoi racconti, appare il pretesto migliore per farlo.
L’attrice gravinese Angela Rubino leggerà per i bambini il 21 Dicembre alle 17.30 con il primo spettacolo e alle 19.30 con il secondo spettacolo: Babbo Natale è indubbiamente il personaggio più amato dai bambini, anche se molto spesso capita che faccia sognare anche i grandi.

Per info:
Officine Culturali,
via san Vito vecchio, 8
Gravina in Puglia (BA)
Tel. 0804031194 – 3491827886

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *