Gustando il cibo nell’arte, a Martano

Gustando il cibo nell’arte, a Martano, dal 25-7-2013 al 28-7-2013, Martano

Gustando il cibo nell'arte, a MartanoNove perle disseminate nel territorio del Salento, nove gioielli considerati incastonati tra le bellezze pugliesi: sono i nove comuni della Grecìa Salentina, in cui si parla un dialetto neo-greco, e in cui spicca il bellissimo borgo di Martano.
Si tratta di uno dei borghi più caratteristici del Salento, per le proprie caratteristiche di forte identità, tradizione, arte e cultura.
Sono molti i luoghi affascinanti di una Puglia sempre più vocata alla valorizzazione del proprio territorio, delle sue eccellenze di quelle realtà meno conosciute ma di indubbio fascino artistico e architettonico. Sono le terre degli antichi mestieri, della buona cucina salentina, delle botteghe e della tradizione. Sono i borghi che racchiudono atmosfere genuine, che hanno saputo conservare e preservare l’anima dei luoghi, dall’edilizia antica fino al paesaggio.
Martano organizza per l’estate del 2013 una festa di tre giorni, dal titolo “Gustando il cibo nell’arte”, per valorizzare tanto le eccellenze gastronomiche di questo luogo, quanto le bellezze artistiche.
Tra vicoli e vicoletti, si potranno scorgere i suggestivi balconi intagliati nella pietra, la stravaganza barocca dei portali, le fresche fontane che regalano atmosfere da sogno: immersa tra dolci campagne punteggiate di oliveti e vigneti, l’affascinante borgo di Martano appare come un fortilizio medievale che richiama paesaggi da fiaba.

Via Marconi, nel centro storico di Martano, ove un tempo si innalzavano le mura del borgo a difesa dalla minaccia turca, sarà il teatro di questa manifestazione, che si svolgerà all’ombra del palazzo baronale, nobile e severo nella sua facciata seicentesca.
La spettacolare chiesa della Madonna Assunta, costruita sui resti di un antico edificio di rito greco e impreziosita dallo stile barocco, è senza dubbio da non perdere: a Martano storia e natura creano incredibili itinerari storici-artistici e naturalistici, dove si ha la possibilità di conoscere il miglior e più genuino cibo salentino. Ecco perchè la manifestazione prende il nome di “Gustando il cibo nell’arte”: nella cornice da sogno di Martano contornato da campagne e circondato dai comuni Grichi, natura, buona cucina e paesaggi mozzafiato, abbinati alla sua eredità storica, sono le caratteristiche che rendono questa festa assolutamente imperdibile.

Il verde della villa comunale di Martano, accanto alla rinascimentale torre, farà da sfondo ai numerosi stand che occuperanno le vie della cittadina in occasione della festa: il protagonista sarà l’artigianto locale, tra lavorazione del legno e restauro della pietra leccese. L’artigianato artistico di Martanto è parte integrante del patrimonio culturale ed economico, simbolo del gusto, della creatività, dell’unicità dei prodotti della Grecìa Salentina nel mondo. Ripercorrendo i gesti dell’arte popolare, è in grado di riproporre opere appartenenti a periodi storici di alto valore artistico. È un settore produttivo che ha raggiunto grandi traguardi, ricco di tradizione e di sapienza tecnica, presente in tutti gli ambiti, operante in stretto rapporto con l’ambiente, i costumi ed i movimenti culturali di Martano.

Isolato e maestoso a martano si erge il settecentesco Palazzo Andrichi-Moschettini, col suo asimmetrico portale, le sette mensole che sorreggono il lungo balcone e gli eleganti archetti pensili. Qui, numerosi stand gastronomici offriranno Minchiareddi con la ricotta salata, Orecchiette al sugo di maiale, Sagne al sugo, Mboiacateddi di agnello, Carne di cavallo alla pignata, Pampasciuni lessi, Melanzane arrostite.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *