I 950 anni degli Statuti Marittimi, a Trani

I 950 anni degli Statuti Marittimi, a Trani, da 30-5-2013 al 30-11-2013, Trani

I 950 anni degli Statuti Marittimi, a TraniLegati alla storia di Trani sono gli Statuti Marittimi, che nel 2013 festeggiano il 950 esimo anniversario: ricorrono infatti 950 anni dalla pubblicazione degli “Ordinamenta et Consuetudo Maris”, cosiderati oggi come il più antico codice marittimo del Mediterraneo nel Medioevo, la testimonianza più eloquente della prosperità economica raggiunta da Trani nell’anno Mille.
Gli eventi per i festeggiamenti nella cittadina, avranno inizio alla fine di Maggio del 2013 e termineranno a Novembre, anche se ancora oggi desta dubbi l’età effettiva del Codice: secondo la tradizione le tavole sarebbero state emanate nel 1063 e furono scoperte nell’Ottocento da uno studioso francese, e il dubbio sulla nascita resta, perchè il linguaggio utilizzato sembra di un’età successiva, equivalente a trecento anni dopo.

In ogni caso Trani festeggia i suoi Statuti Marittimi a cominciare dal 30 e 31 maggio, presso la biblioteca storica dell’Ordine degli avvocati, ove si terrà un convegno storico giuridico internazionale relativo alle consuetudini e sugli statuti giuridici del mediterraneo, dal Medioevo all’età moderna. Gli Statuti Marittimi di Trani descrivono in modo eloquente e piacevole, le regole della contribuzione, delle cose trovate in mare, dei diritti e degli obblighi del padrone, dei marinai, del nocchiero, dello scrivano e del contratto di noleggio.
Durante questo incontro verrà posta in risalto la portante attualità degli Statuti Marittimi.

In data 7 giugno, quando in una sezione dei Dialoghi di Trani, verrà ribadita l’importanza degli Statuti che sta nel fatto di aver offerto le basi per la formazione del Diritto Italiano della Navigazione. Negli “Ordinamenta Maris”, per la prima volta nella storia della navigazione, viene infatti considerata la figura del marinaio, fino a quel momento ritenuto un semplice schiavo al servizio del padrone. Con l’avvento ed il riconoscimento del codice tranese, il marinaio acquistò una propria dignità, diventando un lavoratore tutelato.

Tra il 9 e il 20 luglio la Lega navale di Trani organizzerà la Festa del mare, un palio in acqua con barche che rappresenteranno i quartieri storici della città.
A fine mese (giorno 30) sarà scoperto il bassorilievo bronzeo in piazza Quercia dopo un intervento di restauro, perchè le Istituzioni hanno il dovere di ricordare questi importanti documenti. Proprio in Piazza Quercia nel 1964 venne innalzato il monumento commemorativo degli Statuti marittimi a conclusione di un lungo periodo di celebrazioni; l’opera d’arte si eleva in piazza Quercia ed ha per scenario naturale il porto con la sagoma della Cattedrale; su di un enorme plinto in pietra di Trani è applicato un bassorilievo in bronzo che rappresenta simbolicamente l’atto di consegna degli Ordinamenti da parte dei tre consoli ai marinai ed al popolo di Trani.

In seguito, il 2 Agosto, sempre  in piazza Quercia, ci sarà la premiazione del concorso scolastico dedicato agli Statuti marittimi. Il 9 agosto, Trani Tradizioni si occuperà della rievocazione storica della promulgazione degli Ordinamenta maris.
A settembre il castello svevo farà da cornice ad una mostra di modelli navali della Marina militare, in ricordo di questo reperto storico di fondamentale importanza non solo per Trani ma per la storia di tutto il Mediterraneo, essendo il più antico codice marittimo del Mediterraneo nel Medioevo.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *