I prototipi dell’Università alla Fiera del Levante

Dal 29 ottobre 2011 al 6 novembre, nel quartiere fieristico di Bari, il “Mediterranea Show Motors” presenta un evento unico nel suo genere, dedicato alla motoristica, ma anche  visto come luogo ove ammirare tutte le novità e i progressi tecnologici del mondo dei motori, un escursus sulle grandi priorità che la Puglia può vantare in questi settori.

Non mancheranno gli spazi dedicati ai piloti e agli amanti dei go­kart: tutti pronti a sfidare il quattro volte campione del mondo Jonathan Thonon, che per tre volte al giorno si esibirà in gare mozzafiato con campioni del livello di Capirossi e Dovizioso. Thonon dedicherà al pubblico presente anche delle lezioni di guida.
Tantissime anche le esposizioni per ammirare le auto più belle e prestigiose del mondo.

Per quanto concerne la ricerca, un’intera sezione sarà dedicata ai progetti didattici: le più importanti università pugliesi presenteranno i loro studi, le nuove conquiste tecnologiche; si sapeva che motoristicamente la Puglia sarebbe stata una miniera, ma nessuno pensava ad una mole di dati, fatti e personaggi così importanti e numerosi.

Lo stand del Politecnico di Bari col suo “Poliba Corse”, rappresenta un condensato di un grande quadro generale di storia moderna che l’umanità ha deciso di intraprendere soprattutto negli ultimi 150 anni del vecchio millennio. Il Politecnico intende in questa maniera pubblicizzare i propri progetti, reperire nuovi sponsor e diffondere il nome dell’ateneo.
Lo stand dell’Università degli Studi del Salento dimostrerà coi suoi prodotti che in questa grande trasformazione epocale il Salento ha recitato la sua parte, e anche una parte molto importante e che ci si augura serva soprattutto a sfatare il luogo comune e cioè che questa non era poi una terra di soli braccianti agricoli fino a ieri, nè tanto meno di improvvisati industriali oggi, ma che l’eccezionale sviluppo di questi ultimi decenni ha le sue radici profonde e lontane nel tempo.
L’ateneo salentino, presenterà anche il progetto “Salento Racing Time”. Si tratta di una monoposto da competizione a ruote scoperte; un progetto didattico che mira a formare gli ingegneri del domani che lavoreranno nel campo automobilistico: una vetrina spalancata sul mondo, una rassegna dell’intelligenza, tenacia, abilità, coraggio, caratteristiche che fanno parte della gente salentina.
I ricercatori salentini presenteranno “Carla 2012”, una vettura ad alimentazione elettrica che, grazie ad una batteria interna, è in grado di fare centinaia di chilometri, caricandosi attraverso una normale rete elettrica.
Inltre il Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione, dell’Università del Salento ha uno spazio espositivo a parte  dove presenterà  i progetti sulla mobilità a idrogeno, elettrica e ibrida.

“Salento Eco team” presenterà la sua macchina a idrogeno, la nuova “H2 Volks”: la produzione in serie di auto ad emissioni zero che utilizzano l’idrogeno come vettore energetico è sempre più vicina. Nove Gruppi automobilistici  hanno già firmato un accordo di intesa per lo sviluppo e l’introduzione sul mercato di vetture elettriche con propulsione a celle combustibili.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *