III edizione, Li Ucci Festival, a Cutrofiano

dal 2-10-2013 al 5-10-2013, #Cutrofiano #Salento #Puglia

III edizione, Li Ucci Festival, a Cutrofiano
Un viaggio nella tradizione sonora del Salento: questo è il “Li Ucci Festival”, che nel 2013 è giunto alla sua III edizione, e che si terrà a Cutrofiano dal 2 al 5 Ottobre.
Si tratta di un festival per ricordare gli storici cantori di musica tradizionale, interpreti della tradizione più genuina e autentica, i cantori della voce del popolo, i punti di riferimento di un intero universo culturale: sono Uccio Bandello, Uccio Aloisi (scomparso nel 2010) e Narduccio Vergaro.
E’ un festival dalla grande forza antropologica, una testimonianza di cultura popolare e di tradizione locale che supera i limiti della musica, nella sincera evocazione di un mondo rurale tramandato con spirito di divertimento -ma non solo- e con sincera affettività.
Nel corso degli anni, il gruppo ha coinvolto, oltre ai tre cantori di Cutrofiano, anche Uccio Melissano, Uccio Casarano, Uccio Malerba, Pippi Luceri, Giovanni Avantaggiato, Pino Zimba e Ugo Gorgoni.

Convegni, workshop, mostre (come “L’arte nel piatto”, e una mostra di tamburi), estemporanee di pittura, presentazioni di libri, bike tour e concerti, saranno presenti a Cutrofiano nei quattro giorni del festival; la novità è rappresentata dal Bike tour nelle campagne di Cutrofiano e dintorni (sabato 5 ottobre, dalle ore 10.00).
Cutrofiano è un piccolo scorcio di Salento in cui ad ottobre si rivive una festa popolare con canti, musiche, balli, poesie, dove passato e futuro proseguono con continuità un viaggio culturale ed esistenziale. Organizzata dall’Associazione Culturale Sud Ethnic, e con la direzione artistica e organizzativa di Antonio Melegari, questa festa si inscrive all’interno dell’intensa e stimolante stagione che sta vivendo ormai da diversi anni il Salento: una grande stagione di ricerca e riorganizzazione della propria memoria orale, facilitata anche da un processo di globalizzazione che interessa l’universo delle popolazioni. Tra i ruderi ristrutturati di antiche abitazioni contadine, dove un’antica vegetazione si fa strada fra i muretti a secco, centinaia di persone da tutta Italia festeggeranno il sogno di una comunità che vuole rimanere sé stessa.

Il 2 ottobre (ore 21.30 al Parco Verde Falcone e Borsellino) si parte con “Ricordando Uccio Bandello” con la partecipazione di Dario Muci, tra temi che riguardano la cultura del territorio che diventa bene immateriale da salvare.
Il 3 ottobre (ore 21.30 in Piazza Cavallotti) ci sarà la prima nazionale dell’ensemble Battere Nuovi Ritmi con lo spettacolo “Pelle in tono”, la continuità di una cultura tradizionale al di là del tempo, capace di assimilare le istanze della modernità, senza per questo tradirsi.
Il 4 ottobre (ore 21.30 a Villa Santa Barbara) il festival ospita un omaggio a Narduccio Vergaro, l’ultima voce de “Li Ucci”, scomparso da poco.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *