Il discorso del re, di Luca Barbareschi, al Teatro Curci di Barletta

Il discorso del re, di Luca Barbareschi, al Teatro Curci di Barletta, dall’1-2-2013, al 3-2-2013, ore 21.00, Barletta

Il cartellone della Stagione del Teatro Curci di Barletta, aldilà delle varie tematiche presenti nei singoli spettacoli e dei rimandi continui che si possono trovare da un titolo all’altro, vede emergere in primo piano due elementi: l’autore e l’attore.
Questo è ciò che il pubblico avvertirà durante lo spettacolo “Il discorso del re” di Luca Barbareschi, che resterà presente al Curci dall’1 al 3 febbraio 2013. Si tratta di una celebre vicenda, che Barbareschi porta in scena come regista e interprete. Tornano per il 2013 sulle tavole del palcoscenico del Curci, gli autori classici e più rappresentati; a completare il programma, secondo quella linea di intreccio tra i linguaggi che accompagna da tempo la politica del Curci, ci saranno anche versioni teatrali di celebri spettacoli comici, vincitori di molti premi.

Ci saranno  versioni di film vincitori di oscar, come accade appunto nel caso di “Il discorso del re”: un fatto di storia reso celebre, qualche anno fa, dal film premio Oscar “Il discorso del re”, pellicola che nasceva a sua volta da un lavoro teatrale di David Seidler.

Barbareschi, nel ruolo di Logue e non del re, affronta in questo spettacolo la drammaturgia inglese e americana; si tratta di uno spettacolo dalle molte valenze, che fa ridere e fa piangere, che mette al centro la parola:
Logue aiuterà il re a smettere di avere paura senza nessun tornaconto personale politico; la trama è lineare, dopo la morte del re inglese Giorgio V nel 1936, la corona passa al figlio primogenito Edoardo, che dopo nemmeno un anno lascia il trono; sul trono sale Albert, che assume il nome di re Giorgio VI, un uomo pieno di complessi e soprattutto affetto da una potente balbuzie, fino a che la moglie non lo porta da un logopedista, appunto Lionel Logue, interpretato da Barbareschi.

L’Amministrazione della Città di Barletta ha lavorato col Teatro Curci per mantenere e migliorare il livello della proposta artistica. Barletta da sempre si batte per difendere la Cultura, comprendendo come Cultura ed Economia siano profondamente legate. Nello spettacolo “Il discorso del re” Barbareschi non inventa, ma clona i principi del linguaggio cinematografico e li riporta a teatro con un ottimo gioco di macchine e piani scorrevoli, con minimali scelte scenografiche, con numerosi cambi di scena soprattutto nel secondo atto.
Oltre a Luca Barbareschi, saranno in scena Filippo Dini, Astrid Meloni, Chiara Claudi, Ruggero Cara, Giancarlo Previati.  Le due ore e mezzo di spettacolo, pur in una dimensione narrativa piuttosto chiara ed esplicita, regaleranno numerose sorprese.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *