Il mondo di Arlecchino

Casarano in provicnia di Lecce, regalerà a grandi e piccini un’opera teatrale davvero bellissima: “Il mondo di Arlecchino”, in cui il bambino protagonista, Vito, vede riversate su sé stesso le piccole scorrettezze della quotidianità della vita.
Molti adulti saranno allora grati a quest’opera teatrale perché ritroveranno sparse qua e là le trasposizioni oniriche maturate da bambini; altri invece, saranno riconoscenti soltanto alle invenzioni di questa trama teatrale, pronti a gustarsi le novità introdotte.
Comicità estemporanea, classicismo ed un cast di eccellenza, sono ben amalgamati e scanditi, tanto che il risultato finale è un’opera davvero che merita d’esser vista.

Vito sogna di essere Pinocchio e nel sogno, i personaggi sono le figure della quotidianità: la Fatina è la mamma appena uscita dal parrucchiere, il Grillo assomiglia al suo papà.  Vito nella favola invece ci entra totaemente, e per entrarci trova un sipario da scostare: la mezzanotte per la partenza verso un Paese lontano e magico, la campagna solitaria nella quale tutti dormono, la lucina prima fievole e lontana, poi vicina del carro.

Un lavoro di cesello quello di individuare e “vestire” tutti i personaggi secondari che ruotano intorno al Pinocchio di Collodi, la vera essenza dello spettacolo teatrale e della storia, che altrimenti non sarebbe altro che una favoletta.
L’umanizzazione dei tratti animali dei personaggi come anche il loro “look” complessivo, in questa commedia messa in scena in Salento, sono davvero eccellenti.
La scenografia non avrà nulla da invidiare a quella di altre rappresentazioni teatrali.

Vito poi è un personaggio splendido: la personalità e l’anima di questo bambino,  gli danno un pizzico di profondità e di umorismo in più, che contribuiscono sia ad alleggerire l’opera teatrale, sia ad evidenziare i momenti più adulti. I personaggi con cui Vito ha a che fare, sono più cattivi che buoni: Mangiafuoco è pronto a incendiare i burattini, ma poi starnutisce di tenerezza; il pescatore si pasce d’un’ingiustificata ferocia nel voler cucinare ciò che ha pescato; il contadino, lega il bambino al posto del suo cane, ma alla fine lo libera.
Tutti hanno buone ragioni, ma anche molta cattiveria.

Concludendo, “Il mondo di Arlecchino” è una commedia che sarà in grado di coinvolgere tutte le fasce d’età grazie ai suoi numerosi piani di lettura: la favola divertente per i bambini, una bella scoperta per i genitori ed una piacevole reminiscenza per i nonni.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *