Il Palo del Viccio a Palo del Colle

Il Palo del Viccio a Palo del Colle, 12-2-2013, dalle 15.30 alle 22.00, Palo del Colle, Bari
Le sagre e le feste in Puglia sono parte integrante dell’identità storica di una comunità, un connubio perfetto tra autenticità gastronomica e tradizioni del
territorio. Palo del Colle ha il piacere di riproporre anche per il 2013 il Palo del Viccio, una delle più interessanti manifestazioni folcloristiche connesse alla ritualità carnevalesca pugliese.
Il Palio del Viccio, che in dialetto significa tacchino, si svolge nella giornata del martedì grasso, quest’anno il 12 Febbraio, e riunisce i principali appuntamenti della tradizione locale. Si tratta di una manifestazione pensata per gli abitanti e i turisti che vogliano riscoprire le manifestazioni paesane e desiderino rivivere la gioia dello stare insieme, il piacere dello spirito della festa, condividendo il desiderio di sentirsi parte di una comunità e di una cultura condivise.
La competizione avrà inizio l’ultimo giorno di carnevale alle 15.30, lungo Corso Garibaldi che ben si presta alla gara, essendo stretto, lungo e in pendenza: si tratta di un’antica corsa tra cavalieri che rappresentano i quartieri del paese; per vincere il palio i cavalieri, quasi in piedi sui destrieri, debbono conficcare una lancia in una piccola borsa piena d’acqua, sospesa a diversi metri d’altezza.
Tutto questo accade tra le affascinanti strutture medioevali nel centro storico di Palo del Colle, alle spalle della Chiesa Matrice. Tra Via Giotto, Via Petrarca e le stradine adiacenti, numerose bancarelle piene di leccornie alimentari, accolgono i visitatori che tra archi a volta e le pareti adornate da icone o da edicole votive dedicate ai santi, apprezzeranno maggiormente la dedizione e la fede di questo popolo pugliese, nel giorno della fine del Carnevale.

Il tacchino e il Palo del Viccio, a Palo del Colle hanno origini antiche: la prima notizia di un torneo è legata al nome degli Sforza, che qui avevano le razze più pregiate dei loro cavalli; risalirebbe al 1477, in occasione di una visita dei duchi, l’esibizione di un gruppo di allevatori i quali dimostrarono la propria abilità lungo un percorso che saliva al castello.
Il nome “viccio” legato al tacchino, ha un’origine ancora più curiosa: quando gli abitanti videro per la prima volta questo volatile, non sapevano chiamarlo; quando dovevano dargli da mangiare le vecce, un’erba infestante che cresce tra il frumento, detta anche cicerchione, dicevano “vicce, vicce, vicce”; nacque, così, forse, l’identificazione del termine viccio con il tacchino.

Un tempo al posto della borsa piena di acqua, a Palo del Colle c’era un tacchino vivo, e ancora oggi si scopre che ci sono migliaia di persone in Italia che affollano gli spettacoli e le gare violente che coinvolgono animali, e ci sono anche molte persone che ci provano filosofeggiano su questo mito e sulle scariche di adrenalina che si provano a domare animali selvaggi o a sgozzare agnelli e oche. Oggi la morale comune dice che si tratta di barbarie di inammissibile gratuità, anche se in molti luoghi si susseguono in palii e feste popolari che si ammantano del valore della tradizione e si giustificano quasi sempre con le ricorrenze religiose: oche sgozzate e appese ancora sanguinanti per le zampe a un cavo, mentre si cerca di staccare la testa all’animale; numerosi palii di cavalli e asini, improvvisati su terreni inadatti e pericolosi; colombe legate con le ali aperte e fatte scorrere su un filo teso in mezzo a petardi che le terrorizzano.

Quando a Palo del Colle il tacchino era il bersaglio, veniva appeso in alto a una corda, e doveva essere infilzato dai cavalieri; il volatile veniva ripetutamente ferito tra inutili sofferenze. Da qualche tempo la vittima è stata sostituita con un palloncino pieno d’acqua, anche se il tacchino presenzia ugualmente alla competizione seppur protetto da una gabbia.

Le feste in Puglia sono tradizioni preziose che vantano origini antichissime, e che costituiscono attualmente un grande richiamo anche per il turismo, sempre più sensibile al territorio, alle tradizioni e ai suoi prodotti. Il Palo del Viccio rappresenta una maniera per trascorrere una giornata serena, suggerendo occasioni per visitare alcuni angoli del territorio particolarmente suggestivi.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *