Il Palo della Cuccagna di Alberona

Il Palo della Cuccagna di Alberona, 19-3-2013, Alberona
Tutti conoscono il Palo della Cuccagna come un innocente gioco popolare, dove vari oggetti oppure prosciutti e generi alimentari, vengono legati in cima a un palo insaponato, e che i concorrenti devono cercare di raggiungere arrampicandosi.
Ad Alberona, il Palo della Cuccagna è una tradizione molto antica e ricca di significati: era uso che i giovani piantassero rami, mazzi di fiori, giovani alberi nelle piazze dei villaggi o davanti alle case, e in particolare davanti alla porta o alla finestra della fanciulla alla quale si voleva rendere omaggio; era un rito di fecondità legato al risveglio della natura nel mese di marzo, e al ricordo di antichi culti degli alberi.
L’alto albero era adorno di fiori e colori, e connetteva il cielo e la terra: attorno ad esso i giovani danzavano l’arrivo della primavera. La cima veniva adornata con elementi della natura come fiori, semi, erbe e ghiande. Nastri colorati venivano attaccati alla cima per essere poi usati durante le danze.
È alle evoluzioni di questa tradizione che si deve il Palo della Cuccagna di Alberona che avviene ogni anno nei pressi della monumentale Fontana Muta, detta così perchè lo scroscio dell’acqua si sente solo avvicinandosi: la data del 19 marzo 2013 è stata scelta anche in modo da sovrapporla ad un’altra festività, quella di San Giuseppe.

Il “Palo della cuccagna”, ad Alberona, è un evento cui partecipa tutto il paese del Subappenino dauno, alle pendici del monte Stilo; qui, il territorio boschivo, attraversato da torrenti e canali, permette la presenza di numerosi alberi, perfetti per una tale manifestazione. Va anche considerato che l’albero in queste terre ha sempre svolto un ruolo fondamentale, anche di vera e propria sopravvivenza, in quanto fonte di cibo, calore, materiali per costruzione, per il vestiario e per il nutrimento degli animali; basti pensare che i villaggi della Puglia nascevano al confine dei boschi ricchi di alberi, i quali grazie alle qualità nutritive dei frutti, permettevano la sopravvivenza.
L’evento di Alberona, così carico di significati, viene ripetuto anche nel mese di agosto, durante l’estate alberonese.

Il 19 marzo 2013, davanti al Muraglione, verrà fissato un palo alto 10 metri alla cui sommità verranno posti quattro stendardi, salumi, formaggi e un agnello. Il fine della manifestazione è quello di creare, attraverso questo gioco ispirato alla cultura ed alla tradizione popolare, una sana e sportiva rivalità rionale che alla fine unisca tutti nell’amore per il proprio paese. Alla gara infatti partecipano diverse squadre composte dai giovani appartenenti ai differenti quartieri del borgo e il Palo della cuccagna in questo modo, si trasforma in una sorta di “Palio dei rioni”.

La festa del Palo della Cuccagna, pur mutata nel significato e nella funzione, ha stratificazioni remote, e molto verosimilmente può essere fatta risalire ai miti e ai riti agrari delle antiche popolazioni contadine della Puglia, e connessa con l’interpretazione dei culti arborei come riti di fertilità.
In questo rituale di festa legato all’albero, sarebbe implicita l’idea di rigenerazione della collettività alberonese, mediante una sua partecipazione attiva alla resurrezione della vegetazione a marzo.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *