Il Salento ricorda la Madonna di Loreto

Tricase oltre al bel mare offre anche una serie di importanti monumenti, e senza dubbio uno dei più suggestivi è quello della Cappella della Madonna di Loreto.
In una situazione di così profonda crisi, soprattutto crisi della fede, che porta con sé tante altre conseguenze, gli abitanti di Tricase, nel giorno dedicato alla festa della Madonna di Loreto, pregano davanti a questa Cappella.
La crisi più importante forse non è la crisi economica, ma quella che sta alla base di tutto questo: la crisi di fede che purtroppo ha generato una crisi nel cuore dell’uomo, che non sa più chi è, dove sta andando, non ha più un futuro davanti a sé, manca di speranza, non è più capace di dare una risposta di senso alle domande fondamentali della propria vita.
Questo si evince mentre i fedeli trascorrono ore in preghiera in questa cappella del XVIII secolo dalla sobria facciata, sul cui portale è affrescata l’immagine della Vergine. L’interno, ad aula unica, è caratterizzato da un pavimento a mosaico molto bello che conduce a un piccolo altare, sovrastato da una tela riproducente la “Madonna col Bambino”, e una statua lignea della Madonna di Loreto.
E’ davanti a questa statua che i fedeli di Tricase si interrogano su quanto gli uomini siano diventati timidi, paurosi, preoccupati solo di questioni terrene e non pensano più che c’è qualche cosa di più profondo, di più importante nella vita, come la Madonna sempre ricordava.

Al centro di piazza Cardinale G. Panico, considerata una delle piazze più eleganti del Salento, verranno allestiti stand enogastronomici, affinchè la devozione alla Madonna di Loreto possa trasformarsi anche in una festa. Il Castello, o Palazzo Principesco Gallone,verrà illuminato a giorno, e farà da incantevole sfondo all’intera manifestazione civile e religiosa.

I numerosi partecipanti alla processione in onore della Madonna di Loreto, ricorderanno in preghiera proprio il Santuario di Loreto, sorto nel luogo in cui, secondo la leggenda, la dimora della Madonna sarebbe stata trasportata prodigiosamente dagli Angeli. Le origini dell’antica e devota tradizione della traslazione della Casa dalla Palestina a Loreto, risalgono al 1296, quando in una visione, ne era stata indicata l’esistenza e l’autenticità ad un eremita.
A Nazaret nacque e crebbe la Madonna, e diede alla luce Gesù, ma dopo che quel popolo abbandonò la fede in Cristo e accettò la fede di Maometto, allora gli Angeli levarono dal suo posto la chiesa e la trasportarono nella Schiavonia, posandola presso un castello; ma lì non fu affatto onorata, perciò la tolsero nuovamente e la portarono attraverso il mare, nel territorio di Recanati (1294) e la posero in una selva di cui era padrona una gentildonna chiamata Loreta; da qui prese il nome la chiesa: “Santa Maria di Loreta”.
E la Madonna venerata, è la Madonna di Loreto.

In un tal contesto suggestivo, Tricase aspetta i turisti con le sue acque cristalline di Tricase Porto e Marina Serra, ancora calde a settembre, e offrendo la festa in onore della Madonna, tra rocce bianche e falesie che si buttano a precipizio in mare dalla grotta Zinzulusa, alla grotta Romanelli.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *