Il suggestivo presepe subacqueo di San Cataldo

24-12-2013, #presepi #salento #San Cataldo

Sulla scia delle tante statue che, in giro per il mondo, popolano i fondali marini trasformandosi in attrazioni turistiche subacquee, la comunità di San Cataldo ha immaginato di ripetere la cosa anche in questa deliziosa località, ponendo in acqua le statue della Natività in ceramica, valorizzando così le eccellenze di San Cataldo.
Infatti e tradizionalmente una città marinara, che ha origini che pare siano legate ad un’antica colonia greca; il legame col mare, è dovuto anche la fatto che la città deve la sua importanza storica anche alla presenza del porto, che è in effetti alle spalle di uno specchio d’acqua che in passato veniva usato per la degenza e il trasporto delle merci.

Il suggestivo presepe subacqueo di San Cataldo

Il presepe subacqueo di San Cataldo è considerato il più bello e realistico del Salento, pur nella sua semplicità, realizzato da artisti che hanno avuto l’idea di costruire un qualcosa di suggestivo ma che avesse zero impatto ambientale, e solo benefici. Numerosi visitatori vengono ad assistere a questa straordinaria messa in scena, soprattutto dalla vicina Taranto ove, presso la foce del fiume Bevagna, a pochi passi del Santuario di S. Pietro, vi è ancora un pozzo detto di S. Cataldo, presso il quale si sarebbe riposato il Santo, a testimonianza ulteriore del legame con l’acqua di questa città.

Nel tardo pomeriggio del 24 Dicembre 2013, con inizio alle ore 18.00 si ripeterà il rituale dei sub che faranno nascere Gesù Bambino in uno specchio d’acqua antistante il porto.
Reazioni entusiaste da parte dei visitatori, non mancheranno certo perchè con questa tradizione del presepe subacqueo apre i battenti un nuovo modo di apprezzare la Natività, regalando ai visitatori un’esperienza rinnovata sotto numerosi punti di vista.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *