Il vecchio avaro

 

 

Il Teatro Paisiello, presenta un intermezzo comico a 2 voci, nella affascinante cittadina di Lecce, per regalare al Salento un nuovo concerto con 2 violini, viola, contrabbasso e clavicembalo. Si tratterà di uno spettacolo operistico cheverrà rappresentato il 20 febbraio 2012,  commuoverà e divertirà il folto pubblico che sicuremante accorrerà per ammirare anche la eccellente coordinazione tecnica di Raffaele Margiotta.
La regia di Annemette Schlosser Bernardelli, è assolutamente di ottimo livello: ogni parola è accompagnata da un gesto appropriato, e i cantanti si riveleranno al pubblico salentino come dei buoni attori.
Le musiche de “Il vecchio avaro” sono quelle che più di tutte accentueranno l’enfasi della rappresentazione:  sono di Francesco Gasparini (1661-1727) che nella sua vita incontrò i più grandi compositori presenti all’epoca a Venezia, da Alessandro Scarlatti a Giovanni Legrenzi a Antonio Lotti, Carlo Francesco Pollarolo e Antonio Vivaldi. Considerato come uno dei migliori compositori del suo tempo, si dedicò fin da subito al melodramma e fino al 1713 scrisse ventiquattro opere, soprattutto per il teatro.

Quella presentata a Lecce, è la storia di Fiammetta, giovane donna che vorrebbe farsi assumere da Pancrazio, rimasto senza servi; ma l’avarizia del vecchio (da cui il titolo della commedia) lo spigerebbe a restar solo. Fiammetta prima tenta con le lusinghe, poi finge di essere il fratello gemello appena tornato dalla Francia, un ragazzo modesto, senza pretese e dalle buone maniere; e viene assunta.
Fiammetta ben presentata dal finto gemello, riceve la proposta di matrimonio dall’avaro, facendogli credere anche che porterà in dote parecchio denaro; finge che il fratello sia ripartito e sposa l’avaro. Nel contempo spariscono i soldi di Pancrazio, e Fiammetta porta la stessa cifra in dote.
La preparazione dei cantanti da parte di Annemette Bernardelli, sarà la garanzia che lo spettacolo si rivelerà eccellente: i cantanti desteranno entusiasmo e strapperanno applausi al pubblico salentino per l’interpretazione della famosa farsetta.

Il pubblico di Lecce, potrà far tesoro della morale di questa commedia:  non costruire la felicità su seimila scudi sotterrati nel giardino, perché potrebbero burlarsi di te e fare dei brutti scherzi.
La messa in scena di Annemette Bernardelli è di grande effetto teatrale, come anche la scenografia ed i bellissimi costumi che daranno un grande contributo all’ effetto ottico.
Con la bellezza delle voci, la padronanza delle parti complicate e l’interpretazione vivace, gli attori regaleranno al Teatro Paisiello un bellissimo spettacolo.

Per info:
800.215259 Numero Verde
Email: teatropaisiello@gmail.com

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *