“In una terra ospitale educhiamo all’accoglienza”

Si tratta di un convegno dell’Associazione culturale Oikos al centro ecumenico “Padre Agostino Lundin” che si terrà dalle ore 19.30 del 22 Settembre al 3 ottobre 2011 a Galatina (Le) nel profondo del Salento,
in particolare nella sala Pollio, prospiciente la chiesa di San Biagio.

Sono una serie di appuntamenti  ben organizzati che trovano raccordo nel tema centrale: “In una terra ospitale educhiamo all’accoglienza”;  si apriranno con una problematica estremamente attuale, dal titolo “Io inquino”, con riflessioni su inquinamento e stili di vita a cura del professor Paolo Sansò, docente di Geologia dell’Università del Salento che farà riferimento al rapido aumento della popolazione parallelo allo sviluppo delle attività industriali e al  problema dell’accumulo nell’ambiente dei prodotti delle attività dell’uomo: ormai il vecchio sistema della diluizione non è più sufficiente a smaltire le grandi quantità di liquami prodotti giornalmente nelle grandi città ed anche i rifiuti solidi stentano a trovare una collocazione opportuna, dato che sono costituiti in misura sempre crescente da materiali difficilmente degradabili, come i metalli e la plastica.

Domenica 25 l’incontro si intitolerà “Andiamo a spasso con il cuore”, e prevede una affascinante visita guidata dal prof. Sansò lungo il tragitto Galatina – Craco – Policoro – S.Maria di Anglona – Tursi, tra suggestive passeggiate, sia all’interno di aziende agricole che lungo i numerosi sentieri del meraviglioso territorio salentino.

Martedì 27 settembre (ore 19.30) con padre Giovanni Giannoccolo della chiesa greco-ortodossa e don Salvatore Cipressa, esponente di quella cattolica, l’incontro si chiamerà “Lavorare e custodire”, al fine di arrivare all’accoglienza di un’altra persona, diversa da “noi”: razzismo ed emarginazione sono parole apparentemente senza alcun legame tra loro ma che, in un modo o l’altro, richiamano alla mente il fenomeno dell’immigrazione, oggi diventato argomento di vari dibattiti e di tanti libri.

Venerdì 30 settembre (19.30) verrà trattato il tema dei rifugiati ambientali e dell’immigrazione dovuta al degrado ambientale: relatore padre William Mkalula, Missionario della Consolata (originario della Tanzania). In scaletta gli interventi dell’agronomo Vico Maglie,  di Anna Caputo, Presidente Provinciale ARCI Lecce e Responsabile Progetti del Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati dei Comuni di Galatina, Trepuzzi e San Pietro Vernotico. Tanti affermano che gli immigrati italiani all’epoca cercavano solo lavoro, mentre gli stranieri che hanno invaso l’Italia sono la principale causa di furti e omicidi; ma forse sono solo pregiudizi, e oggi come ieri la gente ha semplicemente paura del diverso.

Infine il 3 ottobre l’incotro verterà sul tema: Esegesi della mitezza, che coincide con la purezza di cuore, ossia con uno stile di vita e di relazioni in cui prevale l’umiltà contro l’egoismo, e il primo consiglio di fondo è senza dubbio quello di fare della conoscenza profonda degli altri un obiettivo importante e prioritario da cui poi dipenderà in ultima analisi il buon andamento del rapporto col prossimo.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info
{IMU_468_60}

I commenti sono chiusi.