La Festa dell’Iconella a Veglie

sagre e feste dove riti pagani e riti cristiani si incontrano

Alla fine dell’estate, non c’è nulla di più suggestivo e affascinante di una bella vacanza tra le meraviglie del salento, contornati dalle splendide bellezze della natura pugliese, e le sempre numerose manifestazioni che accompagnano le varie cittadine. Se si vuol vivere un’emozione unica, almeno una volta nella vita bisognerebbe visitare il Salento nel mese di settembre, quando la maggior parte dei turisti è andata via, e resta la calma e la tranquillità di questi luoghi, accompagnati da sagre, feste ed eventi importanti.I posti a cui affidarsi, inutile dirlo, sono davvero molti, e propongono soluzioni diverse, tutte decisamente invitanti come le manifestazioni religiose del primo settembre a Campi, col magnifico spettacolo pirotecnico della Festa di Sant’Oronzo Salentina, e il 3 settembre ad Otranto la famosissima Festa della Madonna dell’Altomare; anche le sagre culinarie propongono invitanti appuntamenti come quello del 7 settembre denominato Sagra delle Frise ‘ncapunate che si svolge a Magliano (Carmiano), nello stesso periodo la Sagra della Pagnotta e del Vino a Galatone, e la Festa della Carne alla Pignata a San Pietro in Lama.
Ma nella prima settimana di Settembre, a Veglie, da non perdere assolutamente è la Fiera della Madonna dell’Iconella, o come più comunemente viene detta, Festa dell’Iconella, a soli 30 minuti d’auto da Lecce, in questa suggestiva cittadina risalente al VII secolo d.C. Dal punto di vista religioso questa grande manifestazione ricorda la natività della Madonna, compatrona della città, venerata nella spettacolare Chiesa Matrice, realizzata poco prima del 1100, di cui vale la pena ammirare il bel portale rinascimentale e gli affreschi di Sant’Antonio Abate.
La grandiosa Fiera Governativa che si svolge l’8 settembre di ogni anno nelle vie del centro, permetterà di ammirare tra bancarelle e dolciumi, Palazzo Cacciatore, un poderoso palazzo situato in Piazza Umberto I° in pieno centro storico, attorno al quale si svolge la Fiera dalle origini antichissime: venne istituita da Bonaparte nel 1806, e ancora oggi è molto suggestiva con con centinaia di prodotti gastronomici e di prodotti diversi, il  mercato dell’ artigianato,gli  spettacoli di musica leggera e danza, la mostra di pittura: un appuntamento divertente per gli appassionati che potranno anche assaggiare piatti di gastronomia tipica salentina e ascoltare musica dal vivo  per vivere una serata all’insegna del divertimento.
Passeggiando per le vie di Veglie si possono visitare anche la Chiesa Santa Maria della Pietà e la Chiesa S. Maria delle Grazie realizzate  tra il 1600 e il 1700, molto suggestive in questo periodo, grazie al Settenario Mariano che vi si svolge nel corso della settimana dedicata alla festa.

L’8 settembre infine, è il giorno che meglio di ogni altro racconta l’identità di questa cittadina, ne svela i caratteri più intimi e autentici: ha luogo una commovente processione che attraversa alcune tra le più importanti vie della vittadina: via Leverano, via Romagna, via Puglia, via Lazio, via Foscolo, via Madonna dei Greci, Via Veneto, via Trento, via Trieste, via Dante, via Leverano. In giro per la città viene portato il simulacro della Madonna  seguito da centinaia di fedeli uniti in un cammino di devozione la cui ricchezza va oltre il significato religioso della processione. Per queste vie, lentmente camminano le persone che raccontano della terra, dell’intima connessione tra l’evento dell’8 settembre e la religione come ancora viene vissuta nel Sud Italia, un appuntamento che esprime il senso di appartenenza dei pugliesi alla loro terra e alla loro storia e rinnova il patto intergenerazionale tra i giovani e gli anziani che danno forza, anima e gambe alla processione stessa.
Per il divertimento di grandi e piccini, la sera dell’8 Settembre viene organizzato uno spettacolare Albero della Cuccagna, in cui varie squadre di cinque componenti ciascuna, di ambo i sessi si sfidano per prendere una bandiera posta in cima ad un palo: in palio sia premi culinari, sia economici.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *