La festa di San Raffaele a Trepuzzi

Un antico borgo salentino, si trova a nord-ovest del capoluogo provinciale, Lecce, dalla quale dista poco più che una decina di Km. Trepuzzi infatti, abitata da gente vivace e cordiale, presenta notevoli architetture artistiche che copiano lo stile baroco tipico leccese, come nel Palazzo Bianco e nel Palazzo Petrucci.
Come tutti gli altri centri salentini, ha subito le vicende storiche di queste terre: i domini e  le occupazioni da parte di Romani, Goti, Greci, Longobardi e Normanni; oggi fortunatamente restano in piedi alcune costruzioni di interesse storico e religioso, quali la suggestiva e affascinante Chiesa di Maria Santissima Assunta in Cielo.

E’ qui che sabato 22 e domenica 23 ottobre 2011, come ogni anno, la comunità religiosa di Trepuzzi venera San Raffaele insieme all’Assunta,  qui dove il famoso campanile venne realizzato in forme barocche tra il 1921 e il 1928.
Anche se attualmente San Raffaele viene festeggiato alla fine di Settembre insieme agli altri arcangeli, a Trepuzzi si è voluta mantenere la tradizione dei festeggiamenti nell’ultima domenica di ottobre, per la gioia di tutti i cittadini. Da sempre l’uscita del Santo dalla chiesa, in questi giorni di festa, rappresenta il momento più emozionante per grandi e piccini: è il momento in cui San Raffaele va incontro al popolo e insieme con esso cammina per le vie cittadine, percorrendo e benedicendo la quotidianità di ognuno.

Statua di San Raffaele, Trepuzzi.

La devozione popolare raggiunge il suo momento più intenso infatti con la lunga processione, estremamente sentita dai cittadini,  espressione di una fede schietta e commovente, con il celebre simulacro che percorre le strade a partire dalle 19 di sabato 22, sulle note del concerto bandistico Città di Squinzano, del maestro Gerardo Garofalo. Secondo il tradizionale percorso, la processione si snoderà per le vie di Trepuzzi: dopo il novenario di preparazione liturgica e le celebrazioni solenni della mattinata precedente, nel pomeriggio centinaia di persone prenderanno parte ad un appuntamento importante per la città tutta.

Alla feste religiosa si affianca  la tradizionale gara podistica “Stracittadina di San Raffaele”. Si prosegue con la sfilata di auto storiche e gruppi musicali che allietano le piazze. Una immancabile degustazione di piatti tipici, allieterà anche i palati più difficili.
La cosa più caratteritica della festa è un’antica fiera, che fin dal mattino della domenica si snoda con stand e bancarelle per l’intero centro del paese: i colori, i profumi, il vociare della gente, l’abbondanza delle merci sulle bancarelle e tutta la vivacità del commercio rendono questo luogo un insieme magico. Sulla via di Surbo si tiene l’esposizione e la compravendita del bestiame.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *