La Fiera dell’Amore a Vico del Gargano

La Fiera dell’Amore a Vico del Gargano, dal 7-2-2013 al 14-2-2013, Vico del Gargano

Il mese di Febbraio, a Vico del Gargano (Fg), è dedicato ai festeggiamenti in occasione della Settimana Valentiniana che culminerà nel 14 febbraio, festa di San Valentino patrono della cittadina. L’origine della festa degli innamorati deriva dal tentativo della Chiesa di porre fine ad un popolare rito pagano dedicato alla fertilità: in una società in cui ogni occasione è buona per rendere tutto commercializzabile si scopre che la ricorrenza dedicata all’amore è di fatto una delle feste più antiche. Per gli antichi Romani il mese di febbraio era considerato il periodo in cui ci si preparava all’arrivo della primavera e i romani pagani erano soliti rendere omaggio al dio Lupercus. I Luperici, l’ordine di sacerdoti addetti a questo culto, compivano i sacrifici propiziatori. Ogni fanciulla in età da marito metteva il proprio nome in un’urna, dalla quale ogni giovane scapolo pescava un nome: si formavano così delle coppie, che per un intero anno avrebbero vissuto insieme. La Chiesa pose fine a questo rituale, introducendo Valentino, un vescovo martirizzato circa duecento anni prima, al posto di Lupercus.

Mentre si ricordano i fatti storici, le strade di Vico del Gargano si riempiono di addobbi naturali con gli agrumi del Gargano: San Valentino infatti, oltre a proteggere gli innamorati, assume l’importante ruolo di protettore degli agrumi e quindi dell’economia agricola del posto. E l’importanza è sottolineata ancor di più da una mostra mercato in onore di San Valentino che avviene durante l’intera settimana valentiniana, con degustazione di prodotti tipici e laboratori artigianali. Agricoltura e turismo a Vico del Gargano sono due grandi settori dell’economia locale; coniugare una interazione fra i due settori in occasione della Fiera dell’Amore appare un’ottima azione strategica ai fini dello sviluppo economico e territoriale.
Il Gargano, terra da scoprire e d’ammirare, ricca d’arte e di storia millenaria, di spiagge e di boschi, dalla natura rigogliosa ed ammaliante, una terra immersa nel Mediterraneo, a due passi dalle coste della Grecia, appare perfetto per una festa del genere.

Tra i prodotti tipici del Gargano si potranno trovare l’olio extravergine (DOP) e il caciocavallo podolico, il pane di Monte Sant’angelo, i dolci a base di miele e mandorle come le ostie ripiene o le cartellate.
Il formaggio di Vico del Gargano oggi fa tendenza: l’aver assaggiato il Caciocavallo Podolico , la ricotta di Vico, le mozzarelle di bufala del Gargano, diventa quasi uno status symbol culturale e dimostra una conoscenza gastronomica di non trascurabile consistenza. Alla Fiera dell’Amore se ne troverà una varietà notevole.

Gli agrumi del Gargano rientrano a pieno titolo nell’elencazione dei prodotti tipici di Vico del Gargano: la settimana valentiniana vede la cittadina riempirsi di agrumi, questi frutti dall’inconfondibile profumo, che trovano spazio non solo nella cucina ma anche come addobbi da utilizzare per svariati motivi rientranti nella tradizione popolare e nobiliare, come accade nella festa di San Valentino. Le loro caratteristiche organolettiche li rendono un alimento utilissimo per conservare la salute come l’ alto contenuto di vitamina C.

Il mercato del tartufo a Vico del Gargano è il cuore pulsante della Fiera di San Valentino, il luogo fisico in cui si può conoscere davvero il tartufo, immergendosi in un’atmosfera profumata e unica. Ogni tartufo in vendita presso la fiera è controllato da una Commissione prima dell’apertura al pubblico.

Su altri stand della Fiera dellAmore i protagonisti saranno i prodotti del territorio, le raffinatezze della pasticceria artigianale, le paste all’uovo, i salumi e i grandi vini pregiati che hanno reso internazionale questo
territorio. Sono infatti previste le degustazioni più originali con enologi e sommelier di grande esperienza in ambientazioni prestigiose, con una pressoché inesauribile varietà di vini ed etichette, per scoprire in modo innovativo lo straordinario patrimonio vinicolo del Gargano.

Non si potrà infine, non fare un giro alla Chiesa Matrice, dove la maestosa Cappella di San Valentino verrà addobbata con fiori e agrumi per l’occasione. San Valentino, nato a Interamna Nahartium (attuale Terni), nel 176 d.C., fu vescovo e martire cristiano. Fu convertito al cristianesimo ed ordinato vescovo nel 197 e patì il martirio per aver unito in matrimonio, primo nella storia, una giovane cristiana ed un legionario romano. Le sue spoglie furono sepolte sulla collina di Terni dove sorge la basilica in cui sono attualmente custodite, racchiuse in una teca.
La processione di San Valentino a Vico del Gargano, si svolge portando la statua del Santo Protettore per le vie del paese addobbato con agrumi e alloro, in una cerimonia molto sentita e altamente emozionante.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *