La focara di Santa Lucia a Corigliano d’Otranto

La focara di Santa Lucia a Corigliano d’Otranto, dal 9-12-2012 al 12-12-2012, Corigliano d’Otranto

A Corigliano d’Otranto, si festeggia Santa Lucia. Questa festa è molto sentita in Salento, ma particolarmente a Corigliano: il 13 dicembre è la data in cui ricorre l’anniversario del suo martirio, e pertanto, in tale ricorrenza la città espone ricchi drappi e tappeti ai balconi dei palazzi e si illumina di ceri per onorare la solenne processione, della statua della Santa, capolavoro dei Maestri Cartapestai salentini.
Un tempo il 12 Dicembre, giorno della vigilia della festa, ogni rione di Corgliano organizzava un piccolo falò; da quando un gruppo di devoti detto ”Gli amici della focara” ha deciso di riportare alla luce questa usanza, nella cittadina si realizza un’unica grande focara che riunisce tutta la comunità.
L’imponente processione del 9 Dicembre 2012, accompagnerà il simulacro lungo il tradizionale percorso nel centro storico e al termine la focara, realizzata con i rami ricavati dalla potatura degli ulivi: il fuoco inteso come simbolo di luce e di vita è collegato strettamente con il culto del sole e ricorre molto di frequente nelle festività in Salento; il fuoco infatti è un elemento presente anche nei falò che i contadini un tempo erano soliti accedere nel periodo che va dal solstizio d’inverno al solstizio d’estate.

Santa Lucia ebbe il suo feroce martirio sotto Diocleziano. Di famiglia aristocratica, subì il martirio per ordine del governatore Pascasio e nel luogo della sua morte, i cristiani di Siracusa dedicarono un tempio con le reliquie, anche se oggi il corpo si trova nella città di Venezia.
Il culto, dunque, cominciò subito, e in tutto il sud Italia, Puglia compresa.
Il fuoco e Santa e Lucia hanno un legame strettissimo. Santa Lucia è la Santa della luce, la santa che protegge la vista e quindi la luce dei nostri occhi, ed è la Santa che si festeggia nei giorni in cui anticamente si svolgevano rituali.
Fra le feste della stagione invernale, nelle quali è presente il riferimento al fuoco, al sole e alla luce tutti ricordano tradizionalmente la festa dedicata a Santa Lucia, il cui nome è già di per sé indicativo: in questa occasione si intende festeggiare anche il ritorno alla luce, ossia ai giorni più lunghi.
Forse anche per questo la tradizione vuole che si accenda il fuoco per la festa a Corigliano.
Talvolta nell’iconografia si raffigura la Santa recante un mazzo di spighe e la tazza con gli occhi; a volte la tazza reca una fiaccola, altro indizio del legame col fuoco di Santa Lucia.

Il programma della festa a Corigliano prevede dapprima la benedizione della focara e successivamente una grandiosa accensione con fuochi d’artificio, e novità assoluta del 2012 sarà il lancio dei palloni aerostatici: questa tradizione un tempo si svolgeva in quasi tutti i paesi in ricorrenze diverse, e c’era una persona del posto che li costruiva artigianalmente, per poi lanciarli nel cielo il giorno della festa. Oggi la tradizione viene ripresa e i palloni verranno gonfiati con un ventilatore, si scalderà l’aria all’interno con un cannello a gas, si legherà la base per evitare la fuoriuscita dell’aria; alla fine si lanceranno in cielo, in un tripudio di colori ed emozioni.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *