La Madonna del Pane a Novoli

Patrona e protettrice di Novoli, è Maria SS. del Pane, così chiamata perchè nel 1707, mentre il paese era funestato da un orribile morbo, la Madonna apparve a Giovanna, una contadinella del luogo, alla quale porse un pane miracoloso che, una volta distribuito ai moribondi ne procurò la guarigione.
Raccontare il Salento attraverso le feste religiose è un modo per descriverlo con i riti della festa lungo i percorsi della tradizione, della storia, delle antiche usanze, di una civiltà, quella rurale, da cui il territorio regionale trae ulteriore fonte per la propria valorizzazione.
Le feste dedicate alla Madonna che sono presenti in maniera capillare nella zona salentina, rappresentano,sempre di più, uno baluardo di difesa per la cultura e la civiltà salentina, in grado di regalare e far rivivere atmosfere ed emozioni di altri tempi.

Durante la festa della Madonna del Pane, si potrà assistere anche all’esibizione degli allievi della Scuola Superiore di musica “Harmonium” in piazza Regina Margherita. Di rilievo è anche l’assegnazione del Premio Novoli-Madonna del Pane a personalità di spicco del panorama artistico-culturale-musicale salentino.Ci saranno musical teatrali, esibizioni di musica leggera,  seduti ai tavolini allestiti per l’occasione, si potrà gustare lo “spumone” il dolce-gelato tradizionale della festa.

Nel giorno della vigilia della festa, che nel 2012 comincerà il 15 di Luglio, al mattino, durante le SS. Messe sarà benedetto e distribuito il pane. Sospese tra sacro e profano, in un tripudio di luci, colori e profumi, le feste patronali in Puglia sono, per ogni comuni, un importante appuntamento annuale che mette insieme la fede cristiana e la cultura di un popolo.
Tradizioni popolari in cui gli elementi del vivere quotidiano si caricano di una valenza simbolica che scaccia ed esorcizza il male.
La Chiesa della Madonna del Pane, a Novoli, in Via Veglie, pare sia stata costruita agli inizi del XVII secolo in una località denominata “cuneddha” (dal nome del muretto su cui era affrescata l’immagine della Madonna); all’interno della chiesa, infondo alla navata sinistra, è presenta la statua della Vergine, opera dell’artista Luigi Guacci: il simulacro è accolto da un’edicola di marmo dal luglio del 1930, dopo che un incendio distrusse la vecchia statua e danneggiò il tempio.
In serata, la suggestiva processione, percorrerà le principali vie del paese, e terminerà in piazza Aldo Moro col tradizionale canto della Salve Regina, a cui seguiranno fuochi pirotecnici.

Dalla Rubrica Eventi in Puglia di Puglia.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *